Come fare il Backup di WordPress

backup-wordpress

Una delle precauzioni principali che si deve prendere quando si ha un sito web in WordPress, è la messa in sicurezza dei files e dei database. Per farlo occorre predisporre un backup periodico di tutto il sito. Come fare il backup di WordPress? Ci sono 3 metodi differenti. Il primo è delegare l’operazione all’hosting che ospita il sito, il secondo è farlo a mano ed il terzo è affidarsi ad un plugin adibito ai backup e alla loro schedulazione.

Coma eseguire il backup per un sito WordPress

E’ possibile fare il backup di WordPress in tre modi:

  • acquistare l’opzione backup dall’hosting che occupa il sito
  • farlo a mano copiando i files ed i database in locale (Backup WordPress Manuale)
  • utilizzare un plugin di backup per WordPress

In sostanza affinché, un backup sia integrale e possa essere utilizzato per ripristinare completamente un sito WordPress è necessario avere sia i file che i database.

Perché è importante fare il backup di WordPress

Avere almeno un backup di WordPress è importante perché qualsiasi cosa accada al sito, sarete in grado di ripristinarlo in pochi minuti. Ovviamente, più il backup è recente più contenuti sarete in grado di ripristinare. Quando si hanno i files di backup di WordPress e del database, possiamo stare sicuri di poter ripristinare il sito in qualsiasi situazione.

Backup WordPress tramite hosting

Acquistare l’opzione che si occupa di fare dei backup automatici dall’hosting, è la maniera più facile e meno impegnativa per fare il backup di un sito WordPress. Di solito (ma non sempre) questa opzione non rientra nel piano base, per cui sarà necessario acquistarla a parte.

Scegliendo di affidare all’hosting il backup automatico del sito WordPress, nel momento in cui, per un qualsiasi motivo, abbiamo bisogno di ripristinare i files ed i database del sito, basterà contattare il supporto tecnico e chiedergli di eseguire l’operazione.

Come sapete però, WordPress lavora con dei database MySql, per cui accertatevi che nell’opzione backup fornita dall’hosting siano compresi sia i files che i database, altrimenti nel caso si corrompessero questi ultimi, non potrete ripristinare il sito correttamente.

Con Aruba ad esempio, a meno che non si acquisti il piano dedicato specificatamente a WordPress, database e spazio web sono due opzioni separate e bisogna acquistare l’opzione backup sito che l’opzione backup MySql.

Ricapitolando, nel caso in cui aveste la necessità di ripristinare il vostro sito WordPress, con questa scelta basterà chiamare il supporto tecnico dell’hosting.

Backup WordPress Manuale

La scelta di fare il backup manuale del sito WordPress non comporta spese aggiuntive, ma , essendo un’operazione da fare “manualmente“, dovreste avere cura di eseguire un backup ad ogni modifica che fate sul sito.

Per fare il backup di WordPress manualmente, dovrete avere l’accesso ai files del sito attraverso un programma di trasferimento files in FTP (come Filezilla) e l’accesso al pannello di controllo dei database (phpMyAdmin).

Vediamo come si fa.

Il Backup manuale dei Files di WordPress – Eseguire il Backup dei Files

Per eseguire il backup manuale dei files del sito WordPress vi occorrerà un programma di trasferimento via FTP. Personalmente utilizzo Filezilla.

Create innanzi tutto una cartella sul vostro desktop e nominatela “backup del xx.xx.xxxx”, dove xx.xx.xxxx sta per la data del backup.

Poi aprite Filezilla o altro programma equivalente.

Nella colonna di sinistra di Filezilla, aprite la cartella destinata ad ospitare i files di backup.

Nella colonna di destra, selezionate la cartella che contiene i file del sito WordPress, cliccate con il tasto destro del mouse e selezionate la voce download (o scarica in italiano).

backup-wordpress-manuale

Backup Manuale dei Files WordPress (La Cartella “backup” va aperta)

A questo punto inizierà la procedura di copia dei files WordPress del sito, dal server alla cartella locale.

Una volta completato il trasferimento dei files, mettete la cartella contenente il backup al sicuro in un HD esterno o in una partizione secondaria del computer, onde evitare di perdere il backup se doveste formattarlo.

Backup manuale Database di WordPress

Come dicevamo, se ci si limita al solo backup dei files, non abbiamo eseguito il backup completo di WordPress. Occorre fare anche un backup del database. La gestione del database Mysql solitamente è affidata a phpMyAdmin. È da li che si effettua il backup e precisamente dal menu strumenti —> Esporta. Fatto questo potrete salvare il file contenente il database di Worpdress in locale.

In alcuni hosting, a volte trovate la funzione per scaricare il database nel pannello di controllo. La maggior parte delle volte però dovete accedere a questa applicazione chiamata phpMyAdmin (per cui l’hosting vi avrà fornito senz’altro le credenziali di accesso) ed esportare il file contenente il DB direttamente da li.

Dunque, per procedere con il backup manuale del database di WP, dobbiamo poter avere accesso all’interfaccia di phpMyAdmin, cosa che con molte probabilità avrete tutti. Se non sapete come raggiungere phpMyAdmin, rivolgetevi al vostro hosting per ricevere indirizzo e credenziali di accesso.

Adesso, una volta venuti in possesso di queste credenziali, aprite il pannello phpMyAdmin e seguite le operazioni come spiego di seguito.

  1. Selezionate il database sulla colonna di sinistra
  2. Selezionate tutte le tabelle
  3. Cliccare sul pulsante “Esporta
backup-manuale-database-wordpress

Backup Manuale Database WordPress

Dopodiché cliccate sul pulsante “ESEGUI” e salvate il database (che avrà estensione .sql o sarà in formato compresso) nella cartella creata prima.

Come ripristinare il Backup Manuale di WordPress

Per ripristinare il backup del sito WordPress, eseguito manualmente, basterà fare le operazioni inverse a quelle descritte sopra. Reimportate i files salvati sulla root del server del vostro sito con Filezilla e reimportate il database salvato da phpMyAdmin, attraverso il pulsante “IMPORTA“.

Nota: Nel caso in cui vi siano problemi seri dovuti a virus annidati nei files di WordPress, vi consiglio di non sovrascrivere i files del server, ma di cancellarli (quelli di filezilla non quelli del db) e di ricaricare i files di backup salvati in precedenza.

Eseguire il Backup di WordPress con i plugin

Esistono diversi plugin per fare il backup dei siti realizzati in WordPress: Dropbox, Akeeba, ecc…. Quello che ho scelto io è uno dei più semplici, sia da configurare che da utilizzare, ma allo stesso tempo lo ritengo uno dei più potenti e completi. Si tratta di Updraft Plus Backup/Restore.

Plugin WordPress Backup

Updraft Plus Backup e Restore è un plugin per fare i backup dei siti realizzati con WordPress davvero potente e completo, anche nella sua versione gratuita. Il plugin permette di:

  • fare il backup dei files
  • fare il backup dei database
  • schedulare i backup
  • scegliere dove scrivere i backup tra diverse possibilità
  • ripristinare il sito utilizzando il backup

Una volta scaricato dalla directory dei plugin di WordPress, Updraft Plus Backup & Restore va attivato e poi configurato.

Come fare un backup di WordPress con UpdraftPlus

Nel pannello delle opzioni del plugin troverete 5 TAB: “Stato Attuale“, “Backup Esistenti“, “Settaggi“, “Advanced Tools” e “Premium / Extensions“.

Nella prima tab, “Stato Attuale” all’inizio non troverete niente. Quando inizierete a fare i backup invece ci troverete informazioni circa l’esecuzione dei backup (data ultimo backup, eventuale schedulazione e log dei backup).

La seconda Tab, “Backup Esistenti” si popolerà quando inizierete a fare i backup e da qui avrete l’opportunità di ripristinare il sito con i backup effettuati.

La terza Tab, “Settaggi” è quella che ci interessa per poter settare e programmare i backup al nostro sito. Andiamo a vederla.

Configurazione Backup WP con il Plugin Updraft Plus Backup/Restore

Nella Tab settaggi andremo a configurare il sistema di backup del sito. Innanzi tutto troviamo 2 voci relative alla periodicità (schedulazione) con cui i backup devono essere fatti.

Qui possiamo settare ogni quanto il plugin deve effettuare automaticamente il backup dei files e dei database.

Fatta la vostra scelta, dobbiamo andare a dire al plugin dove deve scrivere i backup. Ci sono numerose soluzioni come potete vedere dallo screenshot sottostante. Io di solito utilizzo dropbox, creo un account dropbox da associare al sito e faccio scrivere li i miei backup.

Attenzione: si può utilizzare un solo account Dropbox per sito con la versione free di Updraft. La limitazione può essere superata acquistando un add-on a pagamento.

settaggio-backup-wordpress-updraft

Settaggio Plugin Updraft

Per attivare il backup nella destinazione scelta, dovrete selezionare la destinazione (Dropbox, Google Drive, FTP, via Mail o quello che decidete) e salvare. Dopodiché potrete convalidare il permesso di accesso e scrittura ad Updraft per permettergli di salvare i backup.

Segue la sezione dove dare le credenziali FTP nel caso si voglia effettuare il backup in una cartella all’interno dell’installazione di WordPress stesso (opzione sconsigliata, a meno che il vostro hosting non vi dia accesso ad una cartella che stia al di fuori dalla root del sito).

A fondo pagina invece trovate delle caselle da selezionare, che io vi consiglio di spuntare tutte:

  • Plugin
  • Temi
  • Upload
  • Eventuali altre directory trovati dentro wp-content
  • Seleziona casella per avere un rapporto sui backup sulla email
cartelle wordpress di cui fare il backup

cartelle wordpress di cui fare il backup

Esiste anche l’opzione “Premium” che permette di criptare/decriptare il backup del database.

Se notate, infine c’è un link “Mostra Impostazioni Avanzate” che se cliccato, espande la pagina dei settaggi con nuove opzioni. Lasciate pure tutto così com’è di default a meno che non abbiate necessità particolari.

Fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus

Una volta configurato UpdraftPlus Backup e Restore, torniamo alla Tab “Stato Attuale” e poi sul tasto “Esegui Backup“. Nella finestra che si apre, selezioniamo tutte le voci (vogliamo fare il backup di tutto noi) “includere il database nel backup“, “includere i files nel backup“, “invia questo backup ad un archivio remoto” e poi clicchiamo su “Esegui Backup”.

Il plugin inizierà a lavorare e dovremo attendere qualche minuto (il tempo varia a seconda della grandezza del sito) senza chiudere la pagina web per vedere completato il backup.

Anche se avete deciso di schedulare i backup, la prima volta è bene farlo manualmente  per verificare se il backup viene portato a termine senza problemi. UpdraftPlus consente di impostare la programmazione dei backup sia per quanto riguarda i file che i database.

Ripristino da Backup con Updraft Plus

Terminato il backup, se un domani aveste la necessità di ripristinarlo, basterà riportarvi sulla tab “Stato Attuale“, cliccare sul pulsante “Ripristina” e seguire delle semplici istruzioni.

Updraft da anche la possibilità di clonare l’intero sito, operazione necessaria se ad esempio si decide di cambiare hosting, ma la funzionalità è disponibile solo nella versione Premium.

E con questo abbiamo terminato di spiegare come fare il backup di WordPress con Updraft Plus Backup/Restore.

Altre Funzionalità presenti sul pannello di Configurazione di UpdraftPlus

Nel pannello di configurazione di UpdraftPlus Backup/Restore, ci sono altre 2 tab. L’ultima, Premium/Extensions, ci fa vedere la differenza tra la versione free (quella che abbiamo utilizzato in questo articolo) e le versioni Premium.

La penultima, Advanced Tools, ci riserva altre informazioni ed opzioni:

  • Informazioni sul sito: informazioni sul server che ospita il sito
  • Impostazioni di Blocco: opzione premium per bloccare con una password l’accesso alle impostazioni del plugin stesso
  • Updraft Central: Opzione per utilizzare un “cruscotto” centralizzato  per la gestione dei backup di più siti WP, con la possibilità di aggiornarne anche i temi, i plugin ed il core
  • Ricerca/Sostituzione del database: Opzione premium utile quando si migra un sito web su un altro hosting
  • Dimensioni del sito: Indica le dimensioni del sito in MB
  • Impostazioni di Importazione e Esportazione: Serve per esportare le opzioni settate su Updraft Plus per poterle ripristinare su un altra installazione di WP
  • Cancellare Impostazioni: Cancella tutte le impostazioni di Updraft Plus Backup/Restore settate sul nostro sito WordPress

Qual’è il miglior modo per fare il Backup di Worpdress?

Innanzi tutto è indispensabile eseguire un backup manuale dei files e dei database iniziale. Questo è un passaggio indispensabile che ci salverà quel giorno in cui tutto sembrerà perduto.

Per il resto, non c’è un “miglior modo” per fare un backup di WordPress. L’importante è farlo.

Io mi trovo bene utilizzando UpdraftPlus Backup e Restore, ma per sicurezza, periodicamente (circa una volta al mese) eseguo il backup manuale dei files e dei database, come spiegato prima.

Potete utilizzare anche altri plugin di Backup WordPress… come detto, ve ne trovano di ottimi nella directory di WP. Basta che lo fate, perché un backup completo rappresenta la sicurezza che qualsiasi cosa capiti al vostro sito, avrete la possibilità di ripristinarlo in pochi click.

Quanti backup WordPress fare?

A mio avviso ne vanno fatti almeno un paio schedulati a distanza di tempo. Inoltre è sempre bene conservare il primo backup effettuato del sito in locale, da utilizzare in eventi eccezionali.

Poi dipende dalla frequenza con cui aggiornate il vostro sito. Se inserite contenuti quotidianamente è sempre bene averne almeno tre: un backup mensile, uno  settimanale ed uno giornaliero.

Se invece aggiornate il vostro sito con meno frequenza, tipo una volta alla settimana o più, basterà avere due backup: uno mensile ed uno settimanale.

Attenzione con la funzione backup automatici: se avete la necessità di schedulare i backup con frequenza (per esempio una volta al giorno) e non avete un backup di WordPress più vecchio (il mensile ed il settimanale), nel caso in cui sul vostro sito venga iniettato del codice malevolo senza che ve ne accorgiate subito, l’ultimo backup conterrà anch’esso questo codice. Per questo è bene sempre avere un backup WP sicuro e pulito risalente ad almeno una settimana o un mese. In caso di disastro si perde qualche contenuto ma il sito sarà salvo.

Summary
Come fare il Backup di WordPress
Article Name
Come fare il Backup di WordPress
Description
Una delle cose più importanti da fare per chi possiede un sito web realizzato in Worpdress è la schedulazione del backup. Vediamo come fare.
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell’indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell’utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Readers Comments (2)

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*