Captcha e Invisible reCaptcha di Google. Come integrarli sul sito

invisible-recaptcha-wordpress-plugin

Il Captcha è quell’odiosissimo controllo che troviamo sui form dei contatti di molti siti web. Spesso è composto da una serie di caratteri da trascrivere su una casella e serve per superare i controlli antispam del sito. Attraverso l’utilizzo del captcha, il sistema riconosce se chi sta tentando di accedere ad un sito o di scrivere su un form di contatti sia un umano o un bot, abbassando così drasticamente la percentuale di messaggi spam e di login non autorizzati.

Il Captcha di Google non prevede l’inserimento di caratteri ma si basa sulla selezione di un particolare elemento (o più elementi) tra le immagini proposte. L’ultimo arrivato di casa Google è invece l’Invisible Captcha, un sistema invisibile che difende i siti dallo spam senza richiedere nessuna azione di verifica per l’utente. 

Come inserire il reCaptcha di Google sul sito

Se come immagino sul vostro sito avete un form di contatto non protetto da captcha, presto o tardi vi troverete a fare i conti con lo spam. E allora vi sarà utile integrarlo per bloccare questo fastidiosissimo fenomeno.

Nel video successivo, il funzionamento del sistema dei Captcha per bloccare lo spam.

 

WordPress può integrare il reCaptcha con dei plugin appositi, molto facili da integrare. Sono una buonissima alternativa al Captcha di Google. Il reCaptcha di Google però può fornire un sistema antispam basato sulle immagini. Con il captcha di Google eviterete di sottoporre i vostri utenti allo stress di dover interpretare le lettere ed i numeri distorti che di solito presentano i captcha classici. Basteranno pochi click sulle immagini che il sistema richiede di individuare per passare il filtro antispam.

L’ultima implementazione all’algoritmo addirittura riesce a distinguere se chi sta compilando i campi di un form o di una pagina di login, sia un utente o un bot e non richiede nessuna azione per passare i controlli antispam (Invsible reCaptcha).

recaptcha google

recaptcha google che chiede di selezionare le immagini con le bevande per superare il controllo antispam

 

Come potete constatare dall’immagine sopra, il sistema captcha di Google è molto più intuitivo rispetto ai vecchi sistemi che chiedevano di riscrivere lettere e numeri.

Procediamo quindo con il vedere come inserire il reCaptcha di Google sul sito.

Per prima cosa andiamo sulla pagina dove prelevare il reCaptcha e clicchiamo sul pulsante azzurro in alto a destra “Get reCaptcha”.

Pagina di accesso per prelevare il reCaptcha di Google

Pagina di accesso per prelevare il reCaptcha di Google

Una volta cliccato sul pulsante, ci verranno chieste le credenziali per accedere. Sono le stesse credenziali che utilizzate per i vostri account Google. Se non avete mai avuto un account per accedere a questi servizi (Search Console, Analytics, Gmail, Android Play Store, ecc…), registratevi e createne uno.

Una volta dentro dovrete registrare il sito su cui volete integrare il Captcha e poi selezionare il tipo di reCaptcha da integrare. Potrete scegliere tra “reCaptcha V2” e “Invisible reCaptcha”.

scelta del captcha di Google

scelta del captcha di Google

reCaptcha V2 vi permette di inserire una check-box da spuntare per superare i controlli antispam con il sistema delle immagini di cui parlavamo all’inizio.

Invisible reCaptcha invece è in grado di distinguere se l’utente in questione sia un umano o un bot, tramite l’analisi di elementi come il movimento del mouse, l’indirizzo IP e molto altro ancora. Se il sistema determinerà di trovarsi davanti al comportamento tipico di un essere umano, non verrà visualizzato alcun captcha da risolvere.

Potete scegliere uno dei due sistemi a piacimento. Forse è più comoda (per gli utenti del sito) la seconda possibilità, quella di inserire l’invisible reCaptcha. Facciamolo.

Inserire l’Invisible reCaptcha sul sito

Per prima cosa popoliamo il campo “etichetta” e diamogli un nome che possiamo facilmente associare al sito web e alla pagina su cui installeremo i captcha. Poi scegliamo di spuntare la casella Invisible reCaptcha e scriviamo il nome del dominio nel campo testo, nella forma nomesito.xx (senza www, né http).

Clicchiamo su “Registra“.

A questo punto otterremo:

  • Chiave pubblica del sito
  • Chiave Segreta del sito
  • Codice JavaScript da inserire tra i tag <head></head> del sito
  • Codice da inserire alla fine del form di contatto

Integrando questi elementi come indicato da Google, avremo il nostro reCaptcha invisibile e discreto a vigilare sullo spam.

Plugin per Inserire Invisible reCaptcha su WordPress

Chi possiede un sito sviluppato in WordPress può integrare i reCaptcha invisibili di Google tramite il plugin “Invisible reCaptcha WordPress“.

Lo si può installare dalla sezione plugin della bacheca di WordPress. Una volta attivato, una schermata molto amichevole ci permetterà di configurarlo al meglio.

configurazione plugin invisible recaptcha per wordpresss

configurazione plugin invisible recaptcha per wordpresss

 

Nella sezione “Settings“, inseriamo nel form di configurazione i dati associati al reCaptcha di Google: chiave pubblica, chiave segreta, linguaggio del sito (lasciate pure in automatic detect), la posizione del captcha e, se volete, popolate di istruzioni il campo “Badge Custom CSS” per personalizzare il captcha.

Nella sezione “WordPress” invece, potete decidere dove inserire il captcha, scegliendo di integrarlo nei vari form di contatto, nei commenti, nella login e nel form di registrazione al sito.

Il plugin è integrabile anche con Woocommerce e BuddyPress.

Il form di contatti attualmente supportato ad oggi, è il noto Contact Form 7.

Se tutto è andato a buon fine vedrete un quadratino in basso a destra delle pagine protette da Invisible Captcha con il simbolo del Google Captcha e nessun quesito da risolvere sui form.

Google-Invisible-reCAPTCHA-Plugin-in-azione

Google Invisible reCaptcha funzionante

Una volta installato, godetevi il guardiano invisibile del vostro sito contro lo spam: Invisible reCaptcha.

N.B. Attualmente sto testando il plugin Invisible reCaptcha for WordPress. Se riscontrerò eventuali anomalie o malfunzionamenti lo segnalerò su questo articolo.

Summary
Captcha e Invisible reCaptcha di Google. Come integrarli sul sito
Article Name
Captcha e Invisible reCaptcha di Google. Come integrarli sul sito
Description
Come integrare sul sito i Captcha e l'Invisible reCaptcha di Google. Integrazione tramite codice o plugin Invisible reCaptcha for WordPress
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo
About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*