Come aumentare le visite al sito con l’LSI

lsi-latent-semantic-indexing-seo

Nonostante la SEO si sia evoluta, le parole chiave sono rimaste sempre il punto di partenza di una corretta attività volta ad aumentare le visite al sito. Proprio per favorire l’incremento di traffico, è possibile sfruttare l’LSI (Latent Semantic Indexing). Di cosa si tratta? E come può essere sfruttato per rafforzare la nostra strategia SEO?

Che cos’è l’LSI

Il Latent Semantic Indexing è un qualcosa che i motori di ricerca sfruttano per scoprire come le parole vengono utilizzate per esprimere un concetto. In buona sostanza, attraverso l’LSI, i motori di ricerca identificano tutti quei termini correlati ad un determinato argomento, come ad esempio i sinonimi delle keywords e le parole che gli ruotano intorno per esprimere un determinato significato.

L’apprendimento e la comprensione del linguaggio utilizzato nei testi, favorisce la possibilità di utilizzare questi termini evitando di dover fare keyword stuffing. Questo comporta 2 vantaggi: il primo per l’utente che non si ritroverà più a leggere testi con parole chiave ripetute fino al limite della sopportazione. Il secondo a vantaggio del sito, che potrà sfruttare l’opportunità di essere posizionato anche con i sinonimi della keyword principale e con numerose long tail per aumentare le visite.

Come trovare le keywords LSI?

Trovare le keywords LSI per scrivere i nostri testi è molto più facile di quanto si possa pensare. In realtà lo facciamo tutte le volte che prepariamo un nuovo articolo per il nostro sito, in fase di ricerca delle parole chiave. L’unica differenza è che ci passano sotto il naso senza ricevere la dovuta attenzione.

Uno dei metodi più semplici è quello di utilizzare Google Instant. Scriviamo la nostra chiave su Google e prendiamo nota delle keywords che Google Instant ci propone.

 

google instant per LSI

google instant per LSI

Nell’esempio dell’immagine sopra, notiamo che Google ha già legato alla parola tarassaco diversi termini. Sfruttando questi termini acquisiamo un bel vantaggio per la comprensione dei nostri testi da parte dei motori di ricerca e per il relativo posizionamento.

Allo stesso modo può essere sfruttato lo strumento presente su Google Adwords per la ricerca e pianificazione delle parole chiave.

LSI Keyword Generator

Ma adesso tiro fuori dal cilindro uno strumento sviluppato appositamente per sfruttare l’LSI, un tool online gratuito che trovate all’indirizzo lsigraph.com.

 

LSIGraph-LSI-Keyword-Generator

LSI Keyword Generator

 

Questo strumento ci consentirà di trovare le keyword LSI più adatte da inserire nei nostri testi e di sfruttare pienamente la grande potenza di questo concetto.

Guardate quante keywords LSI sono saltate fuori dalla stessa ricerca di prima.

 

parole chiave LSI

parole chiave LSI

 

Quali Keyword LSI scegliere

Benissimo, abbiamo ottenuto il nostro elenco di keywords LSI. Adesso è venuto il momento di scegliere quelle che possono aiutarci di più ad aumentare il numero di visitatori al sito. Come fare?

Partiamo dall’assunto che l’utente medio compie normalmente 2 tipologie di ricerche:

  • informative (si informa su cos’è una cosa, come si fa qualcos’altro o cosa significa un termine)
  • transazionali (cerca qualcosa per acquistare un bene o un servizio)

In base alla tipologia del nostro sito web dovremo andare a scovare le parole chiave LSI più idonee. Nell’esempio sopra del tarassaco, se il nostro è un sito di ricette, potremo scegliere “fiori di tarassaco ricette” o “tarassaco in padella” ed escludere le chiavi “tarassaco controindicazioni”, “tarassaco in inglese” e “tarassaco in tedesco”.

Se il sito fosse incentrato sulla salute e sul benessere dovremo invece scegliere “tarassaco tisana” e “tarassaco controindicazioni”, ma non scartare del tutto le chiavi attinenti alla cucina a base di tarassaco.

tarassaco

Il nostro bel tarassaco, alias dente di leone, alias soffione

Nella fattispecie poi spicca la chiave “dente di leone”. Non sono un esperto di tarassaco ma sono convinto che c’entri qualcosa e che sia un’altro ottimo spunto in chiave LSI. Infatti, dopo essermi informato, ho scoperto che il tarassaco è conosciuto anche come dente di leone, il famoso fiore che una volta appassito diventa “soffione”.

Chiaro vero?

Nell’esempio sopra, l’immagine è tagliata per ragioni di spazio perché le chiavi LSI sfruttabili in realtà, se provate voi stessi a fare la stessa ricerca, sono molte di più e vi consentirebbero di capire meglio il concetto.

L’applicazione del concetto di LSI giova anche alla Link Building e questo è un fatto certo che ho sottolineato diverse volte su questo blog.

Creare dei testi per i nostri guest post, scritti tenendo conto dell’LSI, farà in modo che le pagine del vostro sito si posizionino per moltissime parole chiave a coda lunga.

Provare per credere. In fondo è solo SEO Semantica.

LETTURE CONSIGLIATE

Francesco Margherita porta avanti il concetto di Semantica applicata alla SEO da diverso tempo.  Lo si può definire il precursore in Italia. Il suo libro ne espone egregiamente il concetto per una corretta comprensione.

Prezzo: EUR 21,25
Da: EUR 25,00

 

Summary
Come aumentare la visite al sito con l'LSI
Article Name
Come aumentare la visite al sito con l'LSI
Description
Sfruttare l'LSI ci consentirà senza dubbio di aumentare le visite al sito. Scopriamo cos'è, come scegliere le keywords LSI e come implementarle nella nostra strategia SEO
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell’indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell’utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*