Come Fare Local Seo

La Local SEO è costituita dall’ottimizzazione sul web del proprio brand o servizio, per le ricerche locali. Detta così può non essere chiara. Proviamo a spiegarlo con un esempio. Un tizio di Roma, deve trovare un ristorante per andare a mangiare con la fidanzata. Prende il cellulare, carica Google, digita “ristorante cinese a Roma” e trova una serie di ristoranti cinesi in cui può andare nel raggio di qualche km da dove ha effettuato la ricerca. Capito meglio?

Ma come fare in modo che la nostra attività compaia in bella vista su Google quando qualcuno cerca un servizio che offriamo anche noi, in prossimità del punto geografico dove il tizio effettua la ricerca? Che tradotto vuol dire “come fare Local Seo?“. La risposta sta in “Google My Business”, all’interno del nostro profilo Google Plus. Come? Non hai Google Plus? Usi solo Facebook? Somaro!

Seguimi e ti spiego il motivo per cui dovresti avere un profilo Google Plus con la relativa paginetta My Business, ed inizia a curare la tua Local SEO.

Ciao Ciao caro vecchio computer!

Ormai è conclamato che le ricerche sul web, effettuate da Smartphone e Tablet, hanno superato quelle effettuate da PC. Questa cosa è ancora più vera per quel che riguarda le ricerche locali. Sto sul balcone e mi ricordo che devo comprare le scarpe? Prendo il cellulare e cerco un negozio di scarpe nelle vicinanze che faccia sconti. Sono in piscina che aspetto mio figlio finire la lezione? Durante l’attesa prendo lo smartphone e cerco l’albergo per le vacanze estive. Non penso debba fare altri esempi per far capire che ormai quasi tutte le ricerche si fanno da smartphone.

Nel frattempo è arrivato un piccione…

google pigeon

Eh si, non scherzo. Nel luglio 2014 è stato rilasciato un nuovo algoritmo da Google che ha il compito di perlustrare il web alla ricerca di informazioni che possano essere utilizzate per le ricerche locali. L’algoritmo in questione si chiama “pigeon” (piccione) e va a premiare con un posizionamento migliore, tutte quelle attività che abbiano curato in maniera corretta la propria Local Seo. Ti andrebbe di stare sopra a tutti nei risultati di ricerca? E allora dai da mangiare al piccione.

Google My Business

Google-My-Business

Ed eccoci al punto cruciale di questo articolo. Come fare Local Seo? Grazie a Google My Business ovviamente.

La prima cosa che devi fare è iscriverti su google plus ed attivare il tuo account. Poi crea la scheda della tua pagina attività con Google My Business. Questa pagina deve essere curata e coccolata proprio come fai (o dovresti fare) con il tuo sito internet. Registra il nome dell’azienda, i recapiti telefonici e tutte le info che ti chiede in fase di costruzione della scheda. Poi metti delle foto ed una descrizione ben fatta (chiara, esaustiva, particolareggiata) della tua attività, ponendo attenzione all’inserimento di keyword strategiche che serviranno per far capire a Google che cosa fai.

All’interno della scheda metti le giuste categorie che riguardano la tua attività. Le categorie preesistenti sono molto particolareggiate e il sistema non permette di sceglierne di troppo generiche. Google vuole sapere esattamente cosa fai e cosa offri.

Per fare un esempio con i ristoranti, ci sono decine di categorie tra cui scegliere: pizza, cucina italiana, cucina svedese, cucina tipica di rocca cannuccia…e via dicendo. ATTENZIONE! Questo è uno dei punti cruciali dove dovete perdere tempo per inquadrare la giusta categoria. Andare fuori categoria vuol dire rendere vana la scheda a fini della Local Seo.

Preparata la vostra scheda, Google vi invierà una cartolina all’indirizzo che avete inserito. Sulla cartolina vi sarà scritto un codice che dovrete inserire per confermare la scheda. Una volta confermata la vostra pagina Google My Business sarà operativa. ATTENZIONE: Se un domani doveste cambiare qualche elemento nella scheda creata, dovrete ripetere l’operazione con una nuova cartolina ed un nuovo codice.

Finito qui? Ti piacerebbe…..

Come con tutti i social network che si rispettino, anche con Google Plus e la vostra bella scheda Google My Business dovrete darvi da fare per inserire dei contenuti da condividere, crearvi amicizie (accerchiare e farsi accerchiare) ed interagire. Google Plus è uno strumento potente se curato. Sottraete un po’ di tempo a Facebook e utilizzate anche Google Plus.

Tra l’altro il meccanismo dell’accerchiamento, porta notevoli benefici per la visibilità su Google grazie al meccanismo della “ricerca privata“. Ma non è questo l’argomento che voglio trattare in questo articolo.

Fattori che favoriscono la Local Seo con Google My Business

snippet-local

Ecco come appaiono i risultati di una scheda ben ottimizzata in chiave local

  • Innanzi tutto l’ottimizzazione della scheda Google My Business come sopra descritto
  • I testi della descrizione sulla scheda GMB devono essere scritti in chiave SEO, proprio come i contenuti di un sito che si vuole posizionare per bene sui risultati di ricerca di Google
  • Link alla pagina GMB da siti, blog, aggregatori verticali e directory a tema con la vostra attività
  • Favorire e stimolare le recensioni positive alla vostra scheda GMB (come fareste con tripadvisor ad esempio)
  • Favorire il dialogo e le interazioni tra voi, proprietari della scheda, e le persone
  • Cercare di ricevere tanti +1 (sarebbero i “mi piace” di Google Plus)

Un altro elemento a cui fare attenzione è l’inserimento della vostra azienda sulle varie directory. Dovete fare attenzione di uniformare per tutte le directory in cui vi iscrivete, la ragione sociale, l’indirizzo e i vari dati e dovete fare in modo che dappertutto, la vostra ragione sociale sia identica a quella inserita su Google Plus.

Se su G+ inserisco “pippo autoricambi – via monella, 1 – 00100 Roma”, non potete inserire in un’altra directory “pippo autoricambi – via della monella – 00100 Roma”. Questa piccola differenza, che ai nostri occhi è irrilevante, genera in Google ambiguità ed il pericolo che non riconosca in questi 2 indirizzi, la sede della stessa attività.

Attenzione infine a non creare due schede per la stessa attività. Se per sbaglio l’avete fatto, cancellatene una.

Ecco spiegato nella maniera più semplice possibile, come fare Local Seo con Google My Business. Sembra poco ma è davvero tanto lavoro da sbrigare e soprattutto, da curare nel tempo.

Si deve mettere in preventivo anche la possibilità di non riuscire ad emergere nella ricerca locale nel caso in cui altre aziende abbiano fatto queste attività in maniera migliore. Come al solito… che vinca il migliore!

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*