DOVE VAI SE I MICRODATI NON CE L’HAI


Innanzi tutto scusate per il titolo stile “freddura” ma non ho resistito a non parafrasare la famosa canzone di un vecchio e bellissimo film con i grandissimi Alberto Sordi e Monica Vitti.

In questo articolo voglio parlarvi di Microdati e Rich Snippets e di come utilizzarli per accerscere le visite al vostro sito.

MICRODATA E RICH SNIPPETS

MICRODATICome cita testualmente la guida di Google, ” i rich snippet sono studiati per riepilogare i contenuti di una pagina in modo che per gli utenti sia ancora più facile comprendere l’argomento della pagina nei nostri risultati di ricerca”.

Per far si che si generino i nostri snippets è necessario inserire all’interno del codice del nostro sito degli speciali markup: i microdati o microformati.

I microdati vengono letti dal motore di ricerca e lo facilitano nel compito di  capire di cosa tratti la pagina che li contiene, chi è l’autore, la posizione geografica, ci permettono di inserire le recensioni di un prodotto o di un hotel, la foto di una ricetta e tanto altro. Tutti questi elementi si evidenziano poi nei risultati delle ricerche dei motori e rendono il nostro “annuncio” più bello ed invitante.

Capite bene allora che un sito che contenga questi elementi sia avvantaggiato rispetto ad un altro che invece non li contenga e questo si riflette inevitabilmente sul posizionamento organico e soprattutto sul numero di click. Google e Yahoo confermano che le pagine contenenti microdati generano un 15% di click in più (analisi del 2013).

Google attualmente supporta i rich snippet per i seguenti tipi di contenuti:

  • Recensioni
  • Persone
  • Prodotti
  • Attività commerciali e organizzazioni
  • Ricette
  • Eventi
  • Musica
  • Video

La documentazione completa per i Rich Snippets è sul sito schema.org, sito nato dalla collaborazione tra Google, Yahoo e Bing. Su questo sito troverete tutti i vari “schemi” per poter implementare correttamente i microdati sul vostro sito. Ce n’è per tutti i gusti, Ristoranti, Hotel, Bed & Breakfast, costruttori, idraulici, trasportatori, ospedali, eventi, persone…l’elenco è lunghissimo.

DIFFERENZA VISIVA

Qual’è la differenza visiva sul motore di ricerca tra un sito con i microdati e uno senza? Ecco sotto un esempio. Tutte e 2 le immagini si riferiscono a degli hotel ma la prima è quella di un sito con microdati, la seconda quella di un sito senza microdati.

hotel con microdati

hotel senza microdati

Come potrete notare il primo annuncio ha le stelline della valutazione media degli utenti, il numero di recensioni ed il breadcrumb. Il secondo non ha nulla di tutto questo. Voi su quale preferireste cliccare istintivamente?

Il Markup, dopo un piccolo studio iniziale per i neofiti, risulta essere abbastanza comprensibile.

Questo è il markup per evidenziare la mia foto:

Innanzi tutto dico a Google che si tratta della foto di FlavioWeb

<div itemscope itemtype=”http://schema.org/ImageObject”>
<h2 itemprop=”name”>FlavioWeb</h2>

<!– Gli do l’url della foto –>
<img src=”http://flavioweb.net/wp-content/uploads/2014/01/DSC_0611.jpg” itemprop=”contentURL” />

<!– Gli dico chi l’ha scattata, dove e quando è stata scattata e la descrizione –>
By: <span itemprop=”author”>Flavio</span>
Photographed In: <span itemprop=”contentLocation”>Italia</span>
Date Uploaded: <meta itemprop=”datePublished” content=”25/03/2013″>17/04/2014
Description: <span itemprop=”description”>Ciao sono Flavio</span>
</div>

 

Il risultato è questo…

FlavioWeb


By: Flavio
Photographed In: Italia
Date Uploaded:17/04/2014
Description: Ciao sono Flavio

Fico vero?
Potete trovare le documentazioni necessarie per iniziare a creare micriodati e saperne di più sui rich snippets in questa pagina.

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*