manuale seo gardening su amazon

Plugin GDPR Compliance: Weepie Cookie Allow

plugin-gdpr-wordpress-weepie-cookie-allow
libro webmaster con wordpress

Questo sarà il primo di una serie di articoli alla scoperta dei Plugin GDPR Compliance per il blocco dei cookie su WordPress. Nel maxi articolo su come mettere a norma WordPress con il GDPR, abbiamo visto come funziona Ginger, un eccellente plugin gratuito. I plugin gratis però, sono soggetti al pericolo che prima o poi lo sviluppatore abbandoni il progetto e non si riescano più ad avere gli aggiornamenti utili per garantirne la compatibilità con le future versioni di WordPress. Sotto questo punto di vista sono più affidabili i plugin a pagamento.

Plugin GDPR WordPress

Oggi quindi vi voglio parlare di un altro plugin per mettere a norma WordPress con il GDPR, permettendo di bloccare i cookie preventivamente come richiesto dal Regolamento Europeo 679/16.

Dopo aver provato Ginger, mi sono voluto cimentare nel provare Weepie Cookie Allow, un plugin disponibile su Codecanyon al prezzo “ridicolo” di soli 21 dollari.

Lo potete trovare QUI.

Il nome completo del plugin è WeePie Cookie Allow – Complete GDPR Cookie Consent Solution for WordPress.

Si tratta, a detta degli sviluppatori, di un plugin di implementazione della legge sui cookie facile, completo e flessibile per WordPress che consente di rispettare pienamente la legge sui cookie di qualsiasi paese.

Caratteristiche del Plugin

Weepie Cookie Allow, oltre a permettere la personalizzazione del banner di richiesta del consenso, permette di bloccare i cookie prima che l’utente acconsenta al loro caricamento sul browser.

Offre tutte le funzioni di consenso, blocco e ripensamento, permette di scegliere quali cookie bloccare e tanto altro.

Ma bando alle ciance e andiamo a vedere come si configura.

Installazione Weepie Cookie Allow

Una volta scaricato dal market su Codecanyon, ci troveremo sul computer uno zip contenente varie cartelle. Quella che a noi interessa, ovvero quella dove ci sono i file di installazione su WordPress del plugin, si chiama “USE ONLY THIS FOLDER IF YOU WANT TO UPLOAD WITH WP“.

Se l’aprite, dentro vi troverete due zip:

  • Weepie Framework
  • Weepie Cookie Allow
files plugin weepie cookie allow per wordpress e gdpr

files plugin weepie cookie allow per wordpress e gdpr

 

Dovrete prima caricare lo zip (così com’è) “weepie framework”. Per farlo, portatevi sul menu plugin all’interno della vostra bacheca wordpress, cliccate sul pulsante “Aggiungi Nuovo”, posto in alto a sinistra e poi su “Carica Plugin”.

Si raccomanda fortemente di caricare PRIMA lo zip weepie framework!

Dopodiché, utilizzando la stessa procedura, caricate il file zippato “wp cookie allow”.

Infine, attivate PRIMA “weepie framework” e successivamente “wp-cookie-allow”.

Configurazione Weepie Cookie Allow

Nella bacheca di WordPress, troverete all’interno del menu, la voce “Cookie Allow”. Cliccateci sopra.

Vi troverete davanti un pannello di configurazione composto da 3 etichette:

  • General
  • Style
  • Content

Andiamo a vedere la prima…

TAB GENERAL

Qui potrete determinare le impostazioni di base del plugin.

Da Status, è possibile attivare il funzionamento del plugin, settandolo su “Enable“.

Successivamente troviamo:

  • Disable for logged in user: Se spuntato il banner non sarà attivo per gli utenti loggati
  • Cookie Expiration Time: Qui dovrete impostare il tempo in cui i vostri cookie saranno memorizzati nel browser dell’utente (in giorni)

Procedendo oltre troviamo la sezione Consent Type, ovvero quella in cui decidere quali cookie funzioneranno anche prima che l’utente abbia dato il consenso o il diniego e il metodo con cui egli può dare o negare il consenso.

La prima funzione si trova alla voce Cookie Before Consent. Il plugin ci da 3 scelte:

  • Cookie Necessari e Funzionali (scelta di default)
  • Google Analytics ( cookie di analytics oltre che cookie necessari e funzionali)
  • Google Analytics & 3rd party (praticamente tutti i cookie consentiti prima del consenso. Scelta non conforme al regolamento e quindi da scartare)

Di seguito troviamo le opzioni per decidere il modo con cui far decidere l’utente come prestare il consenso o meno.

Consent Method: questa casella ci da diverse combinazioni e serve a determinare come validare il consenso in base all’azione “attiva” dell’utente. Troviamo varie possibilità:

  • click sul pulsante di consenso (accept button)
  • scroll
  • click su un qualche link del sito (quindi proseguendo nella navigazione)
  • eccetera

Personalmente utilizzo il pulsante da cliccare per ricevere il consenso ma, a quanto dice Iubenda, sono validi anche lo scroll e il click su un link presente nella pagina perché anche queste considerate “azioni attive”.

Quindi poi si continua col determinare cosa far vedere sul banner:

  • Show a close (X): fa comparire la X di chiusura sul banner
  • Show Layer: Se selezionato, oscura con una patina scura semitrasparente il sito per poter attirare l’attenzione sul messaggio di consenso sui cookie. Inoltre disabilita l’utilizzo del sito web al visitatore. Questo disabiliterà i metodi di consenso click / scroll.
  • Show a Decline Button: Mostra il pulsante di rifiuto al consenso sul banner

L’ultima sezione di questa etichetta, “3rd party cookies” è il cuore del plugin, dove le impostazioni permetteranno di bloccare i cookie di terze parti. Qui troviamo:

  • Live Blocking: Se selsezionato blocca TUTTI i cookie di terze parti
  • Block alla iFrames: Blocca tutti i cookies generati da elementi in iFrame (per esempio alcuni widget di facebook sono iFrame)
  • Keep anonymized Google Analytics: Consente ai cookie di analytics anonimizzato di essere caricati insieme ai cookie necessari. Ricordiamo che se anonimizzato, i cookie di analytics vengono considerati tecnici e non di profilazione. In questo caso il tuo codice analytics dovrebbe contenere uno di questi due elementi : ga('set', 'anonymizeIp', true) oppure _gaq.push (['_gat._anonymizeIp']).

Ma non è finita! Perché se cliccate sulla voce finale “click here to enable/disable your thirdparties manually“, potrete disabilitare uno ad uno, in maniera specifica, i cookie di terze parti comprese nella lista che compare.

Ci sono quasi tutti:

Amazon, AddtoAny, Disqus, Facebook, Adsense, Google maps, Vimeo, Youtube, Soundcloud, Vine, eccetera….

Serve utilizzare questa funzionalità in casi specifici.

Al termine della configurazione, salvate e passate alla seconda etichetta.

TAB STYLE

Qui è tutto davvero semplice e non occorrono spiegazioni. Si tratta di impostare graficamente lo stile del banner.

In generale potete decidere se far comparire il banner che avvista dell’utilizzo dei cookies come barra o come un box, i colori del banner e dei caratteri e altro. Nulla di difficoltoso.

Passiamo quindi alla terza etichetta: Content.

TAB CONTENT

Qui troviamo le impostazioni per determinare qual’è la pagina dove si trova la cookie policy. Eccole spiegate.

  • Post Type: Si può selezionare il tipo di post dove si trova la cookie policy. Tra le tante scelte si può optare per una pagina e un allegato (attachement). Peccato  che da qui non si possa optare per un link esterno, sarebbe stato comodo per chi utilizza Iubenda. Ma vedremo poi come ovviare a questo piccolo inconveniente.
  • Page: Selezionare la pagina dove si trova la privacy policy
  • Target: Nuova finestra del browser o stessa finestra
  • Cookie policy link test: l’ancora testuale che collega il banner alla cookie policy

In seguito troviamo la sezione Contenuto, dove andremo a popolare il banner con l’avviso e le scritte sui vari pulsanti.

  • Text: Inserite qui il vostro messaggio da mostrare sul banner (questo sito utilizza i cookies…. bla bla bla). Se ci fate caso è già popolato con un messaggio in inglese al cui interno c’è uno short code che nel frontend visualizzerà un link alla cookie policy impostata poco prima. Se avete la vostra cookie policy integrata su una pagina del sito utilizzatelo. Altrimenti se utilizzate servizi come Iubenda (qui uno sconto del 10% sulla licenza pro a partire da 19 euro l’anno), cancellatelo e inserite al suo posto un anchor text con link verso la cookie policy di Iubenda.

I campi che seguono servono per personalizzare i testi sui pulsanti, magari semplicemente traducendoli dall’inglese all’italiano.

Terminato di personalizzare i pulsanti troviamo la sezione “Placeholder for Blockef Content“.

Si tratta di abilitare o meno la funzione che sostituisce il contenuto bloccato (ad esempio il widget di facebook o un annuncio adsense), con un segnaposto che contiene un messaggio (da inserire nel campo text) che recita più o meno così: “Questo contenuto è bloccato. E’ necessario acconsentire all”utilizzo dei cookies per poterlo vedere“.

Alla fine troviamo anche una serie di shortcode  utili per implementare le varie funzioni rese possibili da Weepie Cookie Allow. Una di quelle che potrebbe risultare necessaria è quella per implementare il pulsante di “reset del consenso”. Basterà utilizzare un widget o una pagina in cui, inserendo lo shortcode, inserirete il pulsante che azzera la scelta iniziale sul consenso ai cookie.

Ecco il risultato.

banner cookie gdpr

banner cookie gdpr

Tab Content Log

L’ultima versione del plugin ha implementato il sistema della registrazione dei consensi. Si attiva dalla sezione Content Log e si attiva con una semplice spunta. Esiste anche l’opportunità di limitare il numero massimo dei consensi registrati sul database. Di default è impostato a 1000. Man mano che aumentano i vecchi consensi vengono cancellati. Potete però aumentare questa cifra a vostro piacere.

 

attivazione log consensi uso cookie

Conclusioni:

Un ottimo plugin per adeguare il sito a quanto stabilito dal regolamento per bloccare i Cookies. Peccato manchi una funzione per esportare i consensi ottenuti. Ho scritto agli sviluppatori e mi hanno risposto che ci stanno lavorando. Speriamo sia vero.

Come detto, lo trovate su Codecanyon a 21 dollari. Ecco il link.

Voto: 9

Riepilogo
Data recensione
Oggetto della recensione
Plugin GDPR Compliance: Weepie Cookie Allow
Valutazione
41star1star1star1stargray
manuale seo gardening su amazon
About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Commenta per primo

Inserisci il tuo commento

La tua email non sarà pubblicata


*


*

code