Conversazioni ed Influencer

marketing-conversazioni

Ecco infine il metodo, il segreto per promuovere efficacemente una struttura ricettiva sul web. E’ l’ultima puntata di questa mini serie che disegna le linee guida per aumentare le prenotazioni di un B&B, Casa Vacanza, Agriturismo, Albergo e simili. Fate molta attenzione perché ora chiudiamo il cerchio…

Sono infine 2 gli elementi principali che vi consentiranno di promuovere con più efficacia la vostra struttura ricettiva attraverso il Web: le conversazioni e gli influencer. Sembrano concetti astratti ma qui li chiariremo e forniremo anche un metodo preciso per coltivare questi due preziosi elementi del vostro marketing.

Si chiama marketing delle conversazioni (buzz marketing) la nuova frontiera della comunicazione aziendale ed è strettamente legato alla figura dell’influencer. Si tratta di riuscire a scatenare delle conversazioni sulla destinazione dove ha sede la tua struttura. Bada bene, sto parlando di territorio e non della tua struttura specifica.

buzz-marketing

I vostri clienti sono senz’altro presenti in rete. E li dentro c’è sicuramente qualcuno che sta parlando del vostro territorio. Non dovete far altro che mettervi alla ricerca per intercettare queste conversazioni ed incentivarle con i vostri contributi. Per monitorare la rete utilizzate Google Alert, un servizio che vi tiene aggiornati via email se qualcuno in rete sta parlando di un argomento di vostro interesse.

Quando trovate delle conversazioni in rete che riguardano il vostro territorio, ascoltatele con attenzione e, laddove ce ne sia la possibilità, partecipate. La vostra conoscenza specifica, saprà essere senz’altro apprezzata. Se di conversazioni non ce ne sono, potete iniziare voi attraverso la pubblicazione di post degni di attenzione o di iniziative che stuzzichino l’interesse.

Se quel che pubblicate possiede un valore, successivamente saranno gli utenti del web a ritrasmetterlo e a farlo diventare virale. Lo so che non è facile. Per questo si deve partire da un’idea studiata attentamente a tavolino e lavorare sul prodotto che da essa scaturisce. Ricordatevi sempre che oggi il turista vuole emozionarsi e fare esperienze. Partite da qui per farvi venire l’idea giusta.

A volte però, anche se l’idea è quella giusta, non si riesce a far si che si diffonda sul web e che le persone ne parlino. E qui scendono in campo gli influencer, persone che godono di reputazione sul web e che influenzano le persone che li seguono. Nella vita reale si chiama leader colui che qualsiasi cosa decide, il suo gruppo lo segue. Nel web è un influencer.

influencer

Per una struttura ricettiva sono ottimi influencer i travel blogger. Utilizzando soprattutto twitter, vedrete che saprete scovarli. A questo punto analizzate il loro sito ed i loro account social. Misuratelo: visite al sito, commenti nel blog, interazioni sui social. Se questi tre parametri vi danno l’idea che sia un buon influencer potete iniziare ad interagire con lui, inizialmente ricondividendo i suoi contenuti e commentando i suoi post (con un atteggiamento normale, non da lecchino ovvio). Evitate di scrivere “bello” o “bravo” nei vostri commenti. Cercate piuttosto di incanalare delle conversazioni. Se gli sarete simpatici non esiterà a condividere i vostri contenuti.

Un altra maniera per avere dalla propria dei travel blogger è invitarli presso la vostra struttura, proponendogli un programma interessante da fare sul territorio. Se la vostra proposta stuzzicherà la sua curiosità, il travel blogger accetterà e voi, se farete tutto per bene, otterrete preziose recensioni da autorevolissimi influencer.

Alla fine della fiera però, il massimo del risultato per pubblicizzare la vostra struttura sul web, è che ne parli la gente comune. Abbiamo già trattato la cosa nei precedenti articoli, evidenziando come oggi il turista, prima di scegliere la propria destinazione, vada  a caccia di recensioni e conferme. Ormai non si fida più di quel che dicono gli operatori. Si fidano invece dei giudizi riguardo l’esperienza di altri utenti, turisti come lui. Questa, più di tutte, è la chiave di volta per aumentare le vostre prenotazioni.

Per questo è importante stimolare le conversazioni e le recensioni sui social network e sui portali di booking dove siete presenti. Non parlo solo di recensioni della vostra struttura. Parlo anche di recensioni sul territorio dove operate. Bisogna che ve lo mettiate in testa una volta per tutte. La vostra struttura potrà essere bellissima. Ma se il turista quando arriva non trova quello che chiede (emozioni ed esperienze), non farete mai il salto di qualità. Non andrà mai a dire in giro che ha fatto un’esperienza indimenticabile. Non diventerà mai un vostro influencer.

marketing territorio

Il prodotto non è il tuo albergo ma il territorio dove operi

In questo contesto dunque dovete essere testimonial del vostro territorio prima ancora che della vostra struttura. Lanciate un idea, lavorate sul prodotto “territorio”, fatevi aiutare dagli influencer, favorite le recensioni. Se tutte le figure di uno stesso lembo di terra si adoperassero in questa maniera i risultati arriverebbero prima di quanto sperato.

Spero di aver fatto capire quello che intendo. Per sicurezza lo riepilogo qui, passo per passo:

  • Serve un prodotto. Questo prodotto è il territorio (non la vostra struttura)
  • Il prodotto va lavorato ed attorno ad esso creata un’offerta appetibile ed interessante, in chiave esperienziale, per i turisti.
  • Il prodotto deve essere lanciato sul web e si devono stimolare le conversazioni degli utenti intorno ad esso
  • Il prodotto deve essere valorizzato, attraverso le conversazioni degli influencer
  • Il prodotto deve essere usufruito dai primi turisti e deve regalargli emozioni.
  • I turisti vanno incentivati a scrivere recensioni sul prodotto (con omaggi? con altre formule? fate voi).
  • I primi turisti che hanno usufruito del prodotto diventeranno testimonial e, loro malgrado, influencer del prodotto (in positivo o negativo attenzione!)
  • Il prodotto si diffonde sul web e il territorio vede aumentare la presenza di turisti.

Sembra una favola ma è così che funziona. E se tutti i componenti di una destinazione lo facessero insieme il risultato sarebbe garantito visto che a quel punto ci sarebbero le risorse per ingaggiare una buona agenzia di web marketing turistico che si occuperebbe del tutto in maniera più professionale. Amen!

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell’indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell’utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*