QTranslate X. Il plugin multilingua per WordPress

qtranslate-X-plugin-multilingua-sito-wordpress

Uno dei plugin WordPress più utilizzati per costruire un sito web multilingua è Qtranslate X. Premetto subito che non amo questo tipo di soluzione. Se devo costruire un sito multilingua mi creo due directory diverse sul server e su ognuna installo WordPress. Ma devo ammettere che utilizzare Qtranslate X è un metodo molto semplice ed efficace per costruire un sito multilingua, alla portata di tutti. Quindi perché non servirsene? Oggi vedremo come installare, come configurare e come funziona questo plugin. Insomma, ecco la mia guida a QTranslate X.

Guida alla Configurazione di QTranslate X

Iniziamo subito ed andiamo a scoprire come configurare Qtranslate X su WordPress, partendo dall’installazione fino ad arrivare alla risoluzione di problemi noti, già riscontrati da altri utilizzatori di questo plugiin.

Come Funziona QTranslate X

Utilizzando QTranslate X, potrete rendere il vostro sito WordPress multilingua grazie ad un sistema semplicissimo che prevede la compilazione dei testi delle pagine in diverse lingue, semplicemente cliccando su un selettore in fase di scrittura degli articoli.

Ecco cosa vi troverete nel vostro editor degli articoli e delle pagine una volta installato QTranslate X…

Selettore della lingua impostato su Italiano

Selettore della lingua impostato su Italiano

 

Selettore della lingua impostato su Inglese

Selettore della lingua impostato su Inglese

Come noterete, lo stesso articolo può essere scritto in diverse lingue, semplicemente selezionando la bandierina corrispondente al linguaggio che si desidera implementare.

Sul frontend, il lato pubblico del sito, grazie ad un widget potrete mostrare il selettore della lingua da utilizzare per visualizzare le pagine nella versione desiderata. Il tutto in maniera semplice e veloce.

selettore della lingua di qtranslate x

selettore della lingua di qtranslate x

Gli utenti più esperti, potrebbero obiettare che l’utilizzo di un plugin multilingua, potrebbe non essere l’ideale per la seo. Infatti, uno dei problemi più comuni ai plugin multilingua, è l’impostazione del linguaggio delle pagine all’interno del codice html che viene settato sempre nella lingua principale. Mi riferisco alla prima istruzione, quella che recita: <html lang=”it”>.

Con QTranslate X invece, le pagine vengono codificate sull’html sempre con il linguaggio giusto.

Esempio versione IT

<html lang=”it-IT“>

Esempio versione EN

<html lang=”en-US“>

Q Translate X e compatibilità con YOAST SEO

Un’altro dei problemi superati dal plugin QTranslate X, è la compatibilità con i plugin specifici per la SEO. Con Yoast SEO ad esempio, il plugin non funziona correttamente per la riscrittura dei titoli e delle meta description per esempio. Infatti, in questo caso, la riscrittura dei titoli e delle meta description può essere solo una in tutte le lingue implementate. O in italiano sia per l’articolo in italiano che per l’articolo in inglese, oppure in inglese sia per l’articolo scritto in inglese che in quello scritto in italiano.

Per capire meglio quale sia il problema, guardate le immagini sotto.

La prima immagine riporta lo snippet “Titolo” e “Meta Description” scritte con Yoast per l’articolo in lingua italiana.

problema qtranslate e yoast seo

Questo è lo snippet “titolo” e “meta description” riscritto con yoast sulla versione italiana del’articolo

La seconda evidenzia il problema. Lo snippet per la versione inglese dell’articolo rimane quello scritto in italiano. Se cambio e lo scrivo in inglese, sarà in inglese anche per la versione in italiano. Un grande problema a mio avviso.

problema qtranslate x con yoast seo

Lo snippet rimane quello scritto in italiano anche per la versione in inglese dell’articolo

La Soluzione

Fortunatamente il team di qTranslate X ha creato un add-on per superare questo problema. Basterà installare “Yoast SEo & QTranslate-X” e tutto andrà a posto, ovvero potremo scrivere due snippet in lingue diverse per ogni versione dell’articolo. qTranslate X stesso ci avvisa sulla bacheca del nostro sito WordPress che è possibile scaricare l’addon.

yoast seo e qtranslate x addon

yoast seo e qtranslate x addon

Cliccate su Installa Plugin “Integration: Yoast SEO & QTranslate X” e attivatelo. Il problema si risolverà.

Fatta questa doverosa premessa, passiamo all’installazione e alla configurazione del plugin QTranslate X per WordPress.

Installare QTranslate X

Il metodo per installare Qtranslate X è lo stesso che si utilizza per tutti gli altri plugin WordPress:

  • Portatevi sulla Bacheca di WP
  • Selezionate la voce Pluign
  • Cliccate su Aggiungi Nuovo
  • Scrivete “Qtranslate X” sulla casellina di ricerca
  • Installatelo ed attivatelo

Configurazione QTranslateX

Sempre dal pannello dei Plugin di WordPress, cercate QTranslate X e cliccate sulla voce “Impostazioni”

Impostazioni Generali

La prima TAB da configurare è quella relativa alle impostazioni generali di QTranslate X. Ecco le voci che vi troverete annidate:

Lingua Principale ed Ordine

Qui potete decidere se impostare come lingua principale del sito l’Italiano o un’altra lingua a piacimento. La lingua scelta come principale, sarà la lingua con cui si apre il sito quando andate a digitarne l’url sulla barra del browser. L’altra lingua (o le altre lingue, ne potete scegliere diverse), saranno accessibili cliccando sulla relativa “bandierina”.

qtranslate gestione linguaggio sito

qtranslate gestione linguaggio sito

Potete anche apportare delle piccole modifiche cliccando su “modifica”. All’interno della configurazione relativa, potrete settare la bandierina, il nome che volete dare alla lingua, il formato della data e dell’ora ed il messaggio che apparirà quando il contenuto in lingua non è disponibile.

Modalità di modifica Url

In questa sezione, lasciate tutto come impostato di default. E’ particolarmente importante lasciare la spunta su “Usa Modalità Pre-Pathper mantenere le url seo friendly e non farle visualizzare con l’aggiunta dell’elemento ?lang=it. Utilizzando questa opzione le vostre url saranno www.nomesito.xx/it per l’italiano e www.nomesito.xx/en per la lingua inglese.

qtranslate x - modalita modifica url

qtranslate x – modalita modifica url

Se spuntate la casella “Nascondi le informazioni di lingua per la lingua principale“, le url appartenenti al dominio con la lingua principale non conterranno l’informazione /it. Mi spiego. Immaginate di avere impostato l’italiano come lingua principale e l’inglese come lingua secondaria. Spuntando questa voce, l’url delle pagine in italiano saranno così: www.nomesito.xx. Le url della lingua inglese (secondaria), invece così: www.nomesito.xx/en.

Qui non c’entra la SEO. C’entrano i vostri gusti personali. Certo che se avete un sito in italiano già indicizzato e solo successivamente aggiungete la seconda lingua, conviene spuntare la casella per mantenere le url uguali a prima ed evitare di dover fare dei redirect 301 per non perdere l’indicizzazione fino a quel punto acquisita.

Contenuto Non Tradotto

Qui, spuntando la check box “

Le altre due voci permettono di mostrare il prefisso della lingua quando il contenuto non è disponibile nella lingua selezionata e di mostrare i contenuti nella prima lingua disponibile in alternativa alla lingua selezionata, se di questa non sono presenti contenuti.

Rileva Lingua Browser

Questa è un’opzione bellissima che se selezionata (e io vi consiglio di selezionarla), mostrerà il vostro sito WordPress automaticamente nella versione con il linguaggio predefinito dal browser. Questo significa che se il vostro sito ha come lingue it, fr e en, in Italia sarà visualizzato direttamente in lingua italiana, in Francia direttamente in francese e e nei paesi a lingua inglese, direttamente in lingua inglese. La lingua viene rilevata direttamente dal browser.

Impostazioni Avanzate

La seconda TAB che andremo a configurare è quella relativa alle impostazioni avanzate di QTranslate X. Premetto che una volta impostate le funzioni base della TAB precedente, questo plugin è già pronto per rendere il vostro sito WordPress multilingua. Andiamo comunque a vedere cosa troveremo nelle impostazioni avanzate.

Tipi di pubblicazioni

In Tipi di pubblicazioni, andremo a decidere per quali tipi di pagine attivare la modalità multilingua, ovvero quali pagine potranno essere scritte nelle varie lingue. Attivatelo per tutte le opzioni disponibili.

Lasciate così come sono impostate le voci “Percorso Immagine Bandiere” e “Ignora Links“.

In Intestazione Inline CSS sarà possibile inserire del codice CSS personalizzato per la visualizzazione delle bandiere del selettore della lingua lato pubblico.

Lasciate senza spunta Impostazioni Cookie per evitare problemi di visualizzazioni a causa della gestione dei cookie da parte del sito e di conseguenza non flaggate neanche “Rendere disponibili i cookies qTranslate‑X solo tramite connessioni HTTPS” (questo da flaggare solo se avete problemi con la versione https, leggi qui).

Lasciate il flag di default in “Aggiorna Databases Gettext” che permette a qTranslate X di aggiornare i files della lingua .mo di WordPress. I files .mo sono dei files .po compilati e pronti per essere letti dai comandi PHP, con un editor di testo.

In “Conversione Data/Ora“, lasciate impostato “Usa funzione di emulazione data” che permetterà di visualizzare la data e l’ora nella maniera corretta per ogni lingua. Esempio in italiano la data si scrive nel formato dd/mm/yyyy ed in inglese statunitense invece yyyy/mm/dd.

Lasciate tutto il resto così come impostato di default e salvate.

Tab Integrazione

Nella Tab integrazione sarà possibile apportare delle modifiche strutturali per risolvere eventuali conflittualità di qTranslate X con il tema o con qualche plugin. Se non avete dimistichezza con questo genere di cose e avete problemi vi consiglio di rivolgervi ad un esperto. In alternativa potete provarci consultando la Guida di Integrazione messa a disposizione dal team di sviluppatori di qTranslate X a questo link.

Tab Importazione/Esportazione

In questa sezione è possibile selezionare tutti i database per la conversione degli articoli esistenti con i nuovi tag della lingua integrati con qTranslate X. In pratica con questa opzione è possibile contrassegnare gli articoli esistenti come scritti nella lingua principale del sito.

In testa alla pagina si recita così:

Se stai aggiornando da qTranslate 1.x o Polyglot, clicca qui per convertire gli articoli con i nuovi formati di tag lingua. Se hai installato qTranslate per la prima volta su WordPress con articoli già pubblicati, è possibile scorrere manualmente tutti gli articoli e salvarli nella lingua corretta oppure clicca qui per contrassegnare tutti gli articoli esistenti come scritti nella lingua principale. Entrambi i processi sono irreversibili! Assicurarsi di effettuare un backup completo dei dati prima di cliccare su uno dei link.

Il mio consiglio è di fare tutte le operazioni a mano, articolo per articolo e lasciare spuntata la voce “Non convertire il database“.

L’ultima opzione serve per ripristinare qTranslate X nel caso qualcosa non funzioni più a dovere dopo qualche modifica.

Tab Lingue

In questa sezione invece potremo scegliere le lingue con cui vogliamo integrare il nostro sito. Il numero di lingue selezionabili, a detta degli sviluppatori, è illimitato.

Gestione Linguaggi qtranslate x

Gestione Linguaggi qtranslate x

 

Effettuata la scelta su quest’ultima TAB, qTranslate X è finalmente configurato e potrete iniziare a scrivere contenuti multilingua per il vostro sito WordPress.

QTranslate X può essere anche scaricato tramite la directory dei plugin WordPress a questo link.

Considerazioni personali su qTranslate X

Sebbene qTranslate X possa sembrare l’evoluzione del vecchio plugin multilingua per WordPress, qTranslate, in realtà gli sviluppatori sono altri e si tratta di un progetto diverso. Chi sta dietro a qTranslate X voleva creare un plugin multilingua per WordPress migliore. Per farlo hanno esaminato vari plugin esistenti ed hanno ritenuto che la base del vecchio qTranslate era la più adatta per partire con il nuovo progetto. Per questo motivo hanno mantenuto il vecchio nome, aggiungendovi solo una X alla fine.

qTranslate X si basa su una community di sviluppatori e di traduttori volontaria. Purtroppo questo fa si che a fronte di una buona documentazione (a volte un po troppo tecnica), vi sia un supporto meno presente e rapido nelle risposte.

Questo però non deve scoraggiarvi perché nel 90% dei casi qTranslate X non da problemi ed è davvero un ottimo plugin per i siti multilingua e funziona a meraviglia senza dover impazzire dietro a configurazioni cervellotiche.

Infine, benché nella directory la sua compatibilità con WordPress sia assicurata fino alla versione 4.5.7, ho personalmente testato il suo corretto funzionamento fino all’attuale versione 4.7.x.

qTranslate X e WooCommerce

Anche con WooCommerce c’è bisogno di un piccolo add-on per garantire la piena compatibilità al sito multilingua. L’add on si chiama WooCommerce & qTranslate X e potrete trovarlo QUI.

Soluzioni ad eventuali problemi ed incompatibilità di qTranslate X

Potrete trovare diversi tipi di soluzioni ad eventuali problemi riscontrabili con il plugin qTranslate X per WordPress nella pagina del supporto ufficiale.

Summary
qTranslate X Guida al Plugin Multilingua WordPress Gratis
Article Name
qTranslate X Guida al Plugin Multilingua WordPress Gratis
Description
Se devi creare un sito WordPress multilingua potresti usare diversi plugin. Io ti propongo di valutare qTranslateX, un plugin multilingua gratuito.
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Readers Comments (2)

  1. L’ho provato anche io questo plug-in e devo dire che funziona abbastanza bene.
    Il problema che va in conflitto con il Compositore Visivo… Esattamente con il Grid Builder.
    Se abilitato, al di sopra di questi grid appare [:it] e altri caratteri strani.

    Conosce un modo per evitare questa cosa?

    C’è un modo di disinstallare questo plugin facendo tornare struttura del sito come in origine senza che si sfasi nient’altro?

    Grazie.

    • Ciao Manolo,
      qTranslate X non funziona con tutti i visual composer ed in particolare non ho mai utilizzato Grid Builder, per cui non so risponderti.
      Funziona però, pur con qualche piccola accortezza, con King Composer (gratis con la limitazione di poter agire solo in modalità backend). Per comporre entrambe le lingue infatti, appena terminata la stesura dei testi della pagina in modalità composer, bisogna switchare sull’altro linguaggio e rieditare i testi in modalità “classic”. Un po’ scomodo ma funziona bene.

      Con King Composer, una volta disinstallato qTranslate X, i contenitori utilizzati per le due lingue, rimangono salvati sull’unica pagina rimasta (quella in italiano) ed anche il titolo del menu viene visualizzato nella forma [:it]titolo italiano [:en] titolo inglese. Qui si deve agire a mano cancellando la parte nella lingua secondaria del sito, tanto se si è in fase di test si sarà compilato un solo articolo di prova immagino.

      Infine, quando si tratta di siti multilingua, consiglio sempre due strade: la prima è quella di avere due installazioni separate di Wp, una per lingua. Se proprio non si vuole fare così, acquistare WPML che garantisce compatibilità e supporto tecnico con i maggiori Visual Composer esistenti, come ad esempio WpBakery

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*