Quanto è alto un nano? Berlusconi! Potenza della Link Building

Proprio in queste ore sta spopolando sul web la discussione sui risultati che Google fornisce alla query “quanto è alto un nano”.

 

La risposta la potete trovare da soli andando a digitare questa frase sul famoso motore di ricerca, ma ai pigri o a chi non ha tempo da perdere glie lo dico io:  esce nientepopòdimenoché … Berlusconi.

Ora, non è questa la sede adatta per andare a sindacare se l’ex Cavaliere sia nano o meno (qui non si fa politica e per di più non ce ne può fregar di meno),  ma tratteremo il motivo, ovvero come sia possibile che una query che dovrebbe restituire ben altri risultati, ci restituisca invece informazioni su Berlusconi.

I motivo è presto spiegato e si riassume in 2 parole: Link Building!

Per chi fosse a digiuno di queste cose, la Link Building è un’attività di “costruzione di link” che portano ad uno stesso sito (o ad una pagina di esso) . Semplicisticamente parlando, maggiori sono i link che puntano ad un sito, maggiore sarà la considerazione che Google avrà del sito linkato e di conseguenza,  il sito stesso sarà premiato da Big G con un miglior posizionamento. Se volete maggiori informazioni sull’argomento potete leggere il mio articolo che tratta proprio specificatamente di Link Building.

Quindi cosa è successo? Come è possibile? E’ evidente che nel corso degli anni, sui vari siti internet e blog, è stata linkata la parola “nano” verso pagine che parlano di Berlusconi. Quindi Google, o meglio il suo algoritmo, ha “premiato” questa keyword “associandola” a siti che parlano dell’ex premier.

Un caso simile è capitato qualche anno fa negli Stati Uniti all’ex presidente George W. Bush. In quel periodo, digitando sui motori di ricerca la parola miserable failure (fallimento miserabile), usciva in prima posizione la biografia dell’allora presidente americano. In quel caso, la link building attorno alla parola “miserable failure”, era stata costruita ad hoc da migliaia di bloggers  che si erano messi d’accordo per linkarla dai loro blog in forma di protesta verso la politica estera giudicata fallimentare dall’opinione pubblica americana (la prima guerra in Iraq).

Nel nostro caso invece, penso che il risultato “Berlusconi” sia dovuto ad una costruzione “naturale” della link building. Sul web sono presenti molti insulti alla sua persona ed uno degli appellativi in senso dispregiativo più usato è proprio “nano”.

Che dire? Potenza della Link Building! Nel bene e nel male.

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*