Quello che c’è da sapere su AMP

quello che c'è da sapere su amp

AMP è un progetto open source, introdotto da Google con il fine di accelerare i tempi di caricamento delle pagine dei siti e di conseguenza fornire una migliore esperienza di navigazione (User Experience – UX) all’utente. Ne abbiamo già parlato nell’articolo “come attivare AMP su WordPress“. Quindi se siete in cerca di una guida per implementare AMP, dateci un’occhiata. Qui invece parleremo di  altri aspetti di AMP, altrettanto importanti da conoscere. 

Iniziamo subito dalla cosa che ci sta più a cuore: il posizionamento su Google.

AMP NON È UN FATTORE DI RANKING

Ad oggi, AMP non è considerato da Google un fattore di ranking e quindi non porta benefici sul posizionamento. Lo dice chiaramente Google stessa al punto 6 di questa pagina che recita testualmente:

Whether a page or site has valid and eligible AMP pages has no bearing on the site’s ranking on the Search results page. The difference is that web results that have AMP versions will be labeled with an AMP icon.

Che tradotto significa: Se una pagina o un sito ha pagine AMP valide ed correttamente implementate, questo non ha alcuna attinenza con il posizionamento del sito nella pagina dei risultati di ricerca. La differenza è che i risultati web che hanno le versioni AMP saranno etichettate con l’icona AMP.

NON È NECESSARIO CHE TUTTE LE PAGINE DEL TUO SITO ABBIANO LA VERSIONE AMP

Inutile affannarsi a implementare AMP su tutte le pagine del sito. La tua bella Home Page, con tante funzioni ed effetti speciali potrebbe non funzionare per bene o perdere il fascino che le avevi dato. Basta limitarsi a determinate pagine, in special modo quelle delle news.

Non tutti i siti sono adatti ad AMP. AMP funziona benissimo con siti di notizie, ricette, elenchi di film o  libri, pagine di prodotti, recensioni, video, blog e altro ancora.

AMP AVRÀ PIÙ SPAZIO IN EVIDENZA SU GOOGLE

Questo è un buon motivo per implementarlo. AMP ha ed avrà ancor di più uno spazio in evidenza sulle pagine di Google. Implementare le proprie pagine AMP e raggiungere quello spazio sarà un gran vantaggio. Lo dice Google in questa pagina che in pratica recita così:

Later this year, all types of sites that create AMP pages will have expanded exposure across the entire Google Mobile Search results page, like e-commerce, entertainment, travel, recipe sites and many more.

Che tradotto significa che entro la fine del 2016 i siti che utilizzano pagine AMP potranno approfittare dell’aumento di visibilità previsto da Google per questo tipo di pagine.

LE PAGINE AMP HANNO BISOGNO DI TEMPO PER COMPARIRE SULLA SEARCH CONSOLE

Come affermato da John Mueller stesso in un suo post su Google Plus, la Search Console impiega un po’ prima di individuare le nuove pagine AMP di un sito: da diversi giorni a qualche mese.

È POSSIBILE CONTROLLARE SE LE PAGINE AMP HANNO ERRORI?

Si, dalla Search Console, oppure con altri metodi. Il più semplice è quello di utilizzare l’estensione AMP Validator su Chrome.

Maggiori approfondimenti su AMP potete trovarli nella sua pagina ufficiale ampproject.org (in inglese). Esiste anche un forum, dove potete postare domande specifiche agli esperti o vedere se tra le soluzioni già proposte, vi è anche quella adatta ad un vostro eventuale problema di implementazione.

Summary
Quello che c'è da sapere su AMP
Article Name
Quello che c'è da sapere su AMP
Description
Amp è fortemente sponsorizzato da Google per far velocizzare i siti ai webmaster. Ma è un fattore di ranking? E quando non è il caso di implementarlo sui siti? Apporterà benefici in termini di click al nostro sito?
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo
About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*