SEO Branding

seo-branding

Per posizionare un sito web tra le prime posizioni di Google oggi bisogna fare un grande lavoro che spazia in vari ambiti. Il lavoro è talmente vasto e, soprattutto, abbraccia tante di quelle competenze che il solo pensare al “faccio tutto da me” diventa davvero un’utopia.  Una delle cose che a mio parere va curata per bene, subito dopo la realizzazione del sito, è la SEO Branding. Quando parlo di SEO Brand intendo il porre in essere delle azioni che abbiano come obiettivo far associare al tuo marchio determinati valori e competenze. In parole semplici sei io dico Barilla tu pensi alla pasta. Ancora meglio, se io dico detersivo per lavatrice tu pensi Dash, al massimo Dixan. Chiaro? Entriamo nello specifico…

C’era una volta la pubblicità invasiva che ti entrava in casa senza che tu fossi padrone di decidere quale messaggio desiderassi ricevere. C’era e c’è ancora! Parlo degli spot televisivi che interrompono un film sul più bello e ti propongono di acquistare questo o quel prodotto benché tu non ne senta la necessità. In pratica si tratta di pubblicità imposta. Questa forma di pubblicità consente, a chi ha abbastanza denaro per potersela permettere, di far associare nelle nostre menti un marchio (brand) ad un prodotto. Questo è il caso della maggior parte dei prodotti più famosi in commercio. Vi è mai capitato di conoscere un energumeno muscoloso e pelato e  di soprannominarlo “Mastro Lindo”?

Con l’esplosione del Web questo tipo di pubblicità ha perso parecchia della sua efficacia. Oggi con un computer ed una connessione ad internet, siamo noi che cerchiamo quello che ci serve per soddisfare i nostri bisogni reali. Se si rompe la nostra scopa elettrica passiamo delle ore a cercarne una che fa per noi, cercando il giusto compromesso tra quanto siamo disposti a spendere e le prestazioni che ci deve garantire. Ma non finisce qui! Una volta individuati i modelli che potrebbero fare al caso nostro andiamo in cerca delle recensioni di quel prodotto, rilasciate da altri utenti che l’hanno già acquistata. E qui entra in gioco la Web Reputation che a mio parere si intreccia inevitabilmente con la SEO Brand.

OBIETTIVO: SEO BRAND

web reputationCome si fa una campagna di SEO Brand? Qual è il metodo per far si che nella mente delle persone entri l’associazione Mio Prodotto = Mio Marchio?

Non ci sono formule magiche, ma una strategia basata su un lavoro costante che deve essere portato avanti fino al raggiungimento dell’obiettivo. Infatti mettiamoci in testa che questa attività non porta benefici nell’immediato ma nel medio-lungo periodo. Di contro c’è il fatto che se si riesce nell’intento ci garantiremmo dei benefici che dureranno per sempre (almeno fino a quando la combinazione mio prodotto = mio brand avrà un’ottima Web Reputation ).

Blog, Social, Gruppi e Forum

La prima cosa da fare per iniziare una campagna di SEO brand è aprire un blog. Il Blog non avrà lo scopo di vendere e promuovere il proprio prodotto ma di trattare nello specifico le problematiche che possono essere risolte con quel prodotto. Se abbiamo un’azienda agricola che vende prodotti biologici, sul blog tratteremo, in maniera approfondita ed esaustiva, argomenti sulle coltivazioni biologiche, sui benefici del biologico, su casi in cui la nostra salute può trarre beneficio dall’uso di questi prodotti. Ma anche utilizzando articoli comparativi in cui il biologico venga contrapposto al prodotto venduto nei supermercati, oppure dando informazioni specifiche sul modo di leggere le etichette di prodotti (sedicenti) biologici, spiegando cosa sono i nitriti, perché si usano e da quale prodotto naturale possono essere sostituiti per non avere danni alla salute. Insomma, una vera e propria enciclopedia personale che gli utenti possano trovare utile consultare. E anche se il giorno dopo colui che ha visitato il vostro blog andrà ad acquistare presso un’altra azienda che produce biologico, voi vi sarete posti a “guru” dell’argomento ed il vostro marchio sarà associato ad un qualcosa di buono…forse il migliore. E questo nel tempo pagherà.

Il vostro Blog infine dovrebbe essere aperto ad altri autori, magari persone stimate nel vostro campo (i cosiddetti influencer). Ospitare interviste degli influencer garantirebbe al blog delle grosse impennate al numero delle visite giornaliere e voi acquistereste crediti agli occhi di chi vi legge.

Il Blog ovviamente va poi collegato ai vostri canali social per farlo conoscere. Anche qui siate molto presenti  a livello personale. Interagite, rispondete, partecipate a discussioni attinenti il vostro campo ed iscrivetevi sui gruppi specialistici di settore (lo si può fare con soddisfazione sia su Facebook che su Google Plus). Se siete costanti, il minimo che vi può capitare è che vi riconoscano come esperto del settore :-).

Infine ci sono i vecchi e cari forum in cui potete partecipare a discussioni inerenti il vostro campo. Personalmente li giudico un po’ obsoleti ma in alcuni campi vale assolutamente la pena di esserci.

IL PRODOTTO SIETE VOI

Quello che mi preme rimarcare alla fine di questo articolo è che la SEO Brand si può fare (anzi si deve fare)  senza bombardare le persone con il nome della vostra azienda. Siete voi stessi il prodotto che vendete. Voi e le vostre competenze, la vostra preparazione sull’argomento, la vostra esperienza diretta. Se io giudico una persona che vende chitarre un vero esperto liutaio, sarò senz’altro portato ad acquistare o a far riparare una chitarra da lui. Il fatto che lui venda (anche) chitarre diventa secondario. Ciò che conta è che  in lui riconosco il numero 1 del settore.

RECENSIONI

Una volta che iniziate a vendere il vostro prodotto, non dovete smettere di fare queste attività e aggiungete un altro obiettivo al vostro progetto: le recensioni. Cercate di stimolare i vostri clienti a rilasciare recensioni sui portali specialistici del vostro settore. Per un’attività locale sarebbe l’ideale ricevere recensioni anche da Google Plus. Non sottovalutate questo canale perché inevitabilmente le recensioni qui ricevute, saranno visibili agli utenti che cercano su Google il vostro prodotto.

Questa è solo una parte della SEO moderna, ed è già di per se un lavoro lungo e complesso da svolgere. A queste attività ne vanno affiancate delle altre ma a mio parere questa è una buona base di partenza per chi vuole farsi conoscere sul web.

LETTURE CONSIGLIATE

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*