Ottimizzazone SEO delle Immagini in WordPress

ottimizzazione-seo-delle-immagini-su-wordpress

Le immagini sono un elemento importante per i nostri articoli. Attraverso le immagini si può essere in grado di colpire positivamente le persone, incuriosendole a tal punto da convincerle ad iniziare la lettura del post. Soprattutto, le immagini possono essere l’ennesimo elemento utile per portare visitatori al sito, purché se ne ottimizzi la SEO. In questo post, andremo a vedere il lavoro da fare sulle immagini per raggiungere questo obiettivo.

Ottimizzazione SEO delle Immagini su WordPress

Le immagini sono presenti praticamente su tutti gli articoli di ogni sito. Raramente oggi si trovano post che non ne contengono. Se vogliamo che le immagini siano utili per portare visitatori al nostro sito web, devono essere ottimizzate sotto il punto di vista della SEO. Per avere delle immagni SEO Friendly, queste devono avere principalmente le seguenti caratteristiche:

  • Avere un titolo ottimizzato con la keyword di nostro interesse
  • Essere delle giuste dimensioni
  • Essere del giusto peso
  • Contenere l’attributo alt e l’attributo title

Prima di caricare un’immagine, è bene lavorarla per soddisfare i primi 3 dei 4 requisiti elencati.

I titoli delle immagini

Quando scegliete un’immagine da inserire nell’articolo, è probabile che essa abbia un nome del tipo DSC_0001 se scattata con una fotocamera digitale o con uno smartphone, oppure abbia un determinato altro nome se presa dal web o da qualche sito di stock immagini.

La prima cosa che dovete fare è rinominarla con un titolo attinente al contenuto dell’articolo. Se scrivo un articolo che parla di “come fare seo con WordPress”, il miglior titolo per l’immagine in evidenza dovrà contenere le chiavi “seo” e “WordPress”.

Personalmente, a questa immagine do lo stesso titolo dell’articolo. Se il mio articolo si intitola “come fare seo”, la mia immagine in evidenza sarà titolata nello stesso modo. E’ la prima immagine che googlebot incontra e voglio che comprenda subito di cosa si parla nell’articolo.

Le immagini successive saranno rinominate a seconda del contenuto del testo che le circonda. Se mettessi un’immagine in questo paragrafo, intitolato “i titoli delle immagini”, sicuramente la titolerei, “ottimizzazione seo dei titoli delle immagini“, o qualcosa di simile.

Come rinominare un’immagine.

  • Scaricatela
  • Posizionate il cursore sull’immagine e cliccateci sopra con il tasto destro
  • Seleziona “rinomina”
  • Scrivete il titolo dell’immagine
  • Date il comando “invio”

Attributo ALT e TITLE delle immagini

Benché è noto che molti blogger che utilizzano WordPress non conoscono una riga di HTML, è bene sapere che quando vengono inserite delle immagini in una pagina web, essa può contenere due attributi: ALT (alternate text) e TITLE (titolo immagine).

Il title è nato per permettere a persone con difficoltà visive, di ascoltare attraverso dei browser appositi, il titolo dell’immagine in modo da poter comprendere che in quel punto della pagina vi è un’immagine e cosa rappresenta quell’immagine. L’attenzione alla user experience di ogni tipo di utente, dovrebbe obbligarci ad integrare questo attributo alle nostre immagini, inserendo nel campo una descrizione dell’immagine stessa.

I Seo Specialist per molti anni hanno sfruttato questa opportunità per migliorare il posizionamento dei propri siti web, utilizzando questo attributo per rimpinzarlo di keyword e servendo ai browser frasi senza senso. Per questo Google non considera più questo attributo utile al posizionamento. Potreste non implementarlo senza inficiare la vostra attività SEO. Ma volete proprio privare le persone meno fortunate di voi di questa funzionalità?

Diverso il discorso per l’attributo ALT. Non potendo “leggere” le immagini, i motori di ricerca leggono la loro descrizione inserita nell’alternate text per capire cosa rappresentano ed inserirle nei loro indici. Utilizzate questo strumento per dare una descrizione all’immagine utilizzando una frase attinente al discorso che la contorna. Le immagini indicizzate vanno a finire dritte dritte su Google Images.

Ed ecco come inserire l’attributo alt e l’attributo title alle vostre immagini con WordPress.

  • Portatevi su “Media”
  • Cliccate sul pulsante “Aggiungi Nuovo”
  • Cliccate sul Pulsante Seleziona i File
  • Selezionate l’immagine dal vostro PC o dispositivo e caricatela
  • Nel lato destro avrete una colonna con i campi titolo e testo alternativo da popolare. Vedi immagine successiva.
ottimizzare la SEO delle immagini con WordPress

ottimizzare la SEO delle immagini con WordPress

 

Nel campo titolo, WordPress scriverà automaticamente il titolo che avete dato all’immagine. Il campo didascalia serve per inserire una didascalia ala vostra immagine. Mettetela. Anche questo particolare favorisce l’ottimizzazione della SEO. E’ il testo visibile più vicino all’immagine ed ha una sua rilevanza.

Nel campo “Testo Alternativo” inserirete la frase che andrà a popolare l’ALT tag. Inseritela.

Il campo descrizione invece serve per impostare una meta description all’immagine. Potete farne a meno se…

A cosa serve il campo descrizione delle immagini in WordPress

Quest’ultimo campo merita un approfondimento. WordPress, essendo un CMS che restituisce pagine “dinamiche”, genera anche una pagina specifica per ogni immagine. Quando questo accade, WordPress considera quella pagina alla stregua di tutte le altre e restituisce per essa anche una meta description. La meta description viene presa proprio da qui.

Personalmente evito che questo accada, sfruttando la funzione “Reindirizza le URL degli allegati all’URL del post genitore” presente nel plugin Yoast SEO. Con questa opzione attivata, non avrò mai pagine dedicate alle sole immagini, e nel caso queste vengano richiamate, il browser sarà reindirizzato alla pagina o all’articolo contenente l’immagine stessa.

Inserire il Title Tag alle immagini su WordPress

Adesso, se volete, potete inserire il title tag all’immagine. Una volta che l’immagine viene inserita nell’articolo, se nell’editor clicchiamo sull’immagine vedremo comparire la possibilità di modificarla (cliccate sul simbolo della matita nella barretta che appare). Andando in modifica scopriremo che il campo title è tristemente vuoto. Come detto non è un fattore che influenza la SEO e potete anche evitare di inserire questa informazione. Ma se volete ottimizzarla per il discorso fatto prima, è qui che dovete scrivere il title tag.

 

inserire l'attributo title all'immagine wordpress

inserire l’attributo title all’immagine wordpress

Impostare immagini delle giuste dimensioni

E’ molto importante inserire le immagini delle giuste dimensioni. Ciò permetterà di ottimizzare la SEO dell’intera pagina. Inserire immagini troppo grandi infatti, farà si che il browser si trovi a doverle “scalare” alla giusta dimensione prima di visualizzarle. Questo passaggio comporta tempi di caricamento della pagina più lunghi ed invece dobbiamo fare in modo che le nostre pagine si carichino il più velocemente possibile.

Ma come stabilire le giuste dimensioni per le nostre immagini? Per farlo potete far riferimento alla guida di configurazione del tema scelto per il vostro sito. Se non l’avete, basterà visualizzare con Chrome o Mozilla Firefox una pagina del vostro sito. Portatevi con il mouse su una riga e selezionatela. Poi fate click con il tasto destro del mouse e selezionate “ispeziona elemento“. Vedrete quindi apparire la larghezza del container della pagina.

 

Stabilire la dimensione dell'immagine su wordpress

Stabilire la dimensione dell’immagine su wordpress

 

Nell’esempio, se volessimo che la nostra immagine fosse larga quanto il container, la sua larghezza dovrà essere pari a 728 px. L’altezza potete determinarla da voi in base ai vostri gusti o preferenze. Se voleste inserire un’immagine più piccola, allineata a destra o a sinistra, basterà che questa sia larga meno di 728 px. Ovviamente dovrete fare in modo che il testo abbia il suo giusto spazio, per cui fate delle prove prima di decidere la dimensione finale dell’immagine.

Come fare se abbiamo un’immagine di dimensione diversa?

Beh, se l’immagine è inferiore in larghezza, a meno che non siate abili nell’utilizzo di strumenti di fotoritocco come photoshop o, ancora meglio, Adobe Illustrator, scartatela e sceglietene un’altra per evitare di presentare una brutta immagine sgranata ai vostri lettori.

Se l’immagine è più grande potete utilizzare un qualsiasi programma di fotoritocco per portarla alle giuste dimensioni. Photoshop o Gimp saranno più che idonei. Ma potete farlo anche con il classico Paint di Windows. Ecco come.

  1. Aprite l’immagine con Paint
  2. Cliccate sul pulsante “ridimensiona”
  3. Selezionate Pixel nella finestra che si apre
  4. Inserite il valore della larghezza, lasciando spuntata la voce “Mantieni proporzioni”
  5. Cliccate su “Ok”
  6. Fate click su File >>> Salva con nome
  7. Selezionate con l’estensione Jpg e Salvate

L’unica pecca nell’utilizzare paint è che la vostra immagine sarà salvata a 96 dpi. Meglio abbassare questo valore a 72 che è la risoluzione ottimizzata per gli schermi dei pc. Per questo sarebbe meglio che adoperiate Gimp. Il programma è gratuito e per sapere come fare a ridimensionare un’immagine seguite quest semplice tutorial. E’ davvero molto ma molto semplice.

Ridurre il peso delle immagini

Abbiamo detto che tempi brevi di caricamento delle pagine favoriscono la SEO. Per questo abbiamo scalato le immagini alla giusta dimensione. Naturalmente scalare le immagini non vuol dire per forza diminuzione del peso, anche se spesso è così. Per fare in modo di alleggerire il peso delle immagini utilizzeremo due accortezze.

La prima è quella di salvare le immagini ridimensionate a 72 dpi. Possiamo farlo con Gimp o Photoshop per poi salvarle in modalità “Salva per il web”. Ma per chi non è avvezzo all’utilizzo di questi strumenti potrebbe essere utile servirsi di un tool online che alleggerisce il peso delle immagini per noi: TinyPNG.

 

TinyPNG tool online per la compressione delle immagini

TinyPNG tool online per la compressione delle immagini

Questo strumento online fa in modo che le immagini caricate, possano poi essere scaricate ridotte di peso, senza intaccare la qualità dell’immagine. Una vera comodità che utilizzo spesso.

Il tocco finale da vero NERD per ottimizzare le immagini con WordPress

Ma non è finita qui perché agendo sul file functions.php, possiamo fare in modo che le immagini siano servite ancora più leggere, restituendole al browser con qualità leggermente ridotta. Naturalmente non è che si possa esagerare con la riduzione della qualità altrimenti le immagini farebbero schifo. Però possiamo trovare un ottimo compromesso dimensione/qualità settando un valore pari all’80%. Ecco come fare.

  • Scaricate il file functions.php ed apritelo con un editor di testo
  • Inserite la riga di codice che segue alla fine del file e prima della chiusura ?>
  • Salvate e ricaricate il file.

add_filter(  ‘jpeg_quality’,  create_function(‘ ‘,  ‘return 80;’  ));

Per completezza, il file functions.php lo trovate nel percorso Wp-Content –> Themes  –>Nome-Tema —> functions.php

L’ottimizzazione delle immagini in ottica SEO non finisce qui.

Ci sono altri piccoli aspetti da non trascurare:

  1. E’ bene che ogni vostro articolo ne contenga almeno una. E’ dimostrato che articoli contenenti un’immagine si posizionino meglio di quelli senza. Attenzione, questo non vuol dire che se ne mettete tante sarete ancora più favoriti. I test dicono che la quantità di immagini non influisce sul posizionamento.
  2. Se create delle gallerie immagini fate in modo che siano categorizzate per tema. Se ad esempio avete un hotel al mare è una buona pratica dividere le gallerie categorizzandole in questa maniera: foto albergo, foto spiagge, foto eventi.
  3. Create una sitemap per le immagini da inviare a Google. I plugin SEO per WordPress di solito prevedono questa funzione.

Siamo giunti alla fine di questo articolo e spero abbiate compreso l’utilità dell’ottimizzazione SEO delle immagini. Anche loro possono portare visitatori al vostro sito. Perché privarsi di questa opportunità?

Summary
L'ottimizzazione SEO delle Immagini con WordPress
Article Name
L'ottimizzazione SEO delle Immagini con WordPress
Description
Le immagini sono un'elemento importante per i nostri articoli e lo possono diventare anche in chiave seo se ben ottimizzate. Scopriamo come ottimizzare la seo delle immagini con Worpdress.
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*