Creare un Tema Child per Worpdress

come-creare-tema-child-wordpress

Creare un tema Child su WordPress, dovrebbe essere la prima cosa che si fa ad installazione avvenuta del tema scelto per il sito web. Un tema child permette di applicare modifiche al template utilizzato, sia grafiche che funzionali, senza correre il rischio di vederle “azzerate” al primo aggiornamento che rilascia la software house che lo ha sviluppato. Infatti, con il tema child attivato, ogni modifica effettuata riguarderà solo questo, mentre si manterranno inalterate le funzionalità e lo stile del tema “padre”. 

Perché è importante utilizzare un tema child

Lo abbiamo spiegato prima, ma per maggior chiarezza facciamo un esempio.

Immagina di aver inserito nel footer i tuoi riferimenti al posto del classico “powered by Worpdress”. Adesso sul sito al suo posto campeggia orgogliosa la scritta “Realizzato da tuonome/tuaazienda”. Inoltre abbiamo deciso di cambiare i font che proprio non ci piacevano. Infine, abbiamo inserito nell’header il codice di Google Analytics.

Sai che fine fanno queste modifiche al primo aggiornamento del tema, se non utilizzi un child? Svaniscono. Nel footer tornerà ad esserci “Powered by WordPress”, il font tornerà ad essere quello di default e Analytics smetterà di raccogliere dati.

Questa situazione è comune a tutti i temi per WordPress. Non a caso i temi premium migliori, nel pacchetto di installazione forniscono sia il tema padre che il tema child.

Sei convinto?

Bene. Ora ti mostro come realizzare un tema child per WordPress.

Come al solito lo farò in entrambe le maniere: a mano e con un plugin. Con il plugin farai molto prima, ma se ti piace smanettare, la prima strada è quella che fa per te. Magari solo per provare una volta.

Come creare un Tema Child per WordPress

Iniziamo dal descrivere come creare un tema child per wordpress a mano. La procedura è davvero semplice e richiede pochissime competenze lato codice. Ecco i passi da seguire.

Crea la cartella del tema Child

Crea una cartella all’interno della directory dei temi e chiamala “nometema-child” o come ti pare. In sostanza dovete aprire il vostro client FTP (Filezilla ad esempio), navigare fino alla cartella themes e li dentro creare una nuova cartella destinata a contenere il tema child.

 

Percorso per Creare la Cartella del Tema Child in Filezilla

Creare la Cartella del Tema Child in Filezilla

 

Adesso che la nuova cartella è stata creata dobbiamo metterci dentro il tema child.

Creare un foglio di stile per il Tema Child

Ora aprite un editor di testo che permetta di scrivere delle istruzioni. La mia scelta va da sempre a notepad++ (per windows o linux ma non per Mac… dovrete sceglierne un altro). Se ne siete sprovvisti vi basterà anche solo il blocco notes.

Creiamo un nuovo file dall’editor e scriviamoci queste istruzioni.


/*
Theme Name: Nome Tema Child
Theme URI: http://sitoweb.xx/
Description: Tema Child del tema
Author: Nome autore
Author URI: http://sitoweb.xx/pagina-autore/
Template: Nome del Tema Padre
Version: 1.0.0
*/

Salvate il file chiamandolo style.css e poi caricatelo con Filezilla all’interno della cartella del tema child.

Importare il foglio di stile del tema padre

Fatto questo, non abbiamo fatto un bel niente. Se non importiamo sul tema child il foglio di stile che determina la visualizzazione del tema, otterremo come risultato una pagina bianca.

Riaprite il notepad++ ed incollateci sopra queste istruzioni, subito dopo avervi scritto il tag di apertura <?php e inserendo alla fine del codice il tag di chiusura ?>.


add_action( 'wp_enqueue_scripts', 'enqueue_parent_theme_style' );
function enqueue_parent_theme_style() {
wp_enqueue_style( 'parent-style', get_template_directory_uri().'/style.css' );
}
?>

Salvate il file con il nome functions.php e caricatelo nella cartella del tema child con Filezilla.

Copiare i files del tema padre che desideriamo modificare nella cartella child

All’interno della cartella child, potete copiare i files del tema padre che non volete siano modificati da un futuro aggiornamento. Può essere il caso del file header.php (dove di solito si inserisce lo script di Google Analytics) o il footer.php (dove vorremo inserire la nostra firma al sito). Ma è comodo anche per altre necessità. Se ad esempio abbiamo l’esigenza di fare modifiche o ad esempio inserire dei dati strutturati agli articoli, potremo copiare il file single.php del tema padre nel tema child per metterlo al sicuro da future modifiche non volute.

Una bella anteprima al nostro tema child

Se a questo punto andiamo sulla bacheca di WordPress per attivare il tema child nella sezione Aspetto —> Temi, troveremo il nostro bel tema child senza anteprima visualizzata. Mettercela è facilissimo. Fate uno screenshot della home page, ridimensionatelo ad 800×600 px, nominatelo “screenshot.png” e caricatelo nella cartella Child con Filezilla.

Fatto? Perfetto. Avete creato il vostro tema child. Potete attivarlo ed iniziare ad utilizzarlo.

Come Creare un Tema Child con i Plugin

Come anticipato, c’è una via molto più veloce per creare un tema child per WordPress. Personalmente, quando non mi va di stare li a perder tempo, utilizzo il plugin Orbisius Child Theme Creator, di Vetoslav Marinov.

Per utilizzarlo installate il plugin dalla directory di Worpdress, direttamente sulla vostra bacheca ed attivatelo.

Ora portatevi su “Aspetto” e selezionate “Orbisius Child Theme Creator“.

A questo punto appare una schermata con tutti i temi installati sul sito e, subito sotto, il pulsante “Create Child Theme“. Guarda l’immagine seguente.

creazione tema child con orbisius child theme creator per Worpdress

creazione tema child con orbisius child theme creator per Worpdress

 

Spuntate l’opzione “Customize title, description, eccetera” e riempite i campi come vi ho già suggerito prima quando abbiamo visto come creare il file style.css del tema child. Dopodiché cliccate sul pulsante “Create Child Theme“.

Se tutto è andato bene, nella sezione Aspetto —> Temi, vedrete il tema child pronto per essere attivato. Fatelo ed avete finito.

Per concludere il discorso tema child

Orbisius Child Theme Creator non fa altro che automatizzare quello che abbiamo fatto a mano quando abbiamo visto come creare un tema child per WordPress a mano. Quindi, se aprite il vostro Filezilla, potrete vedere che nella cartella themes c’è la cartella del tema child con dentro il file style.css ed il functions.php.

Ovviamente, per le modifiche agli altri files, come l’header, il footer e tutto il resto, dovrete provvedere voi a copiarli (copiarli NON tagliarli) dalla cartella del tema padre e incollarli nella cartella del tema figlio.

Summary
Creare un Tema Child per Worpdress
Article Name
Creare un Tema Child per Worpdress
Description
Creare un Tema Child su WordPress dovrebbe essere la prima cosa da fare per evitare che futuri aggiornamenti rovinio le nostre modifiche. Ecco come crearlo.
Author
Publisher Name
flavioweb.net
Publisher Logo

AD

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell’indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell’utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*