Annunci efficaci con Google Adwords

by
So bene che Google Adwords ha poco a che fare con la SEO però, per un’azienda che non riesca a posizionarsi nella parte alta della prima pagina di Big G (Google) può essere un toccasana utilizzare questo strumento per ottenere visibilità ed attrarre clienti. Stessa cosa dicasi per i siti neonati che hanno bisogno di tempo per posizionarsi al meglio.

Cos’è Google Adwords?

E’ un sistema di annunci a pagamento. Google in pratica riceve soldi dagli inserzionisti per far apparire il più in alto possibile  nei suoi risultati di ricerca gli annunci con cui ci si pubblicizza. E’ un sistema comodo che però va usato con attenzione per non rischiare di buttare inutilmente i propri soldi.

annunci-adwords

Ecco come appaiono gli annunci Adwords a pagamento sui nostri monitor

Come funziona Adwords?

Innanzitutto l’inserzionista crea degli annunci. Ad esempio il Signor Mario, proprietario di un Hotel a Firenze, crea una serie di annunci di questo tipo:

Hotel Firenze da €. 40,00

Hotel centralissimo a Firenze vicino Uffizi. Offerta per prenotazioni online

Poi inserisce in adwords le parole chiave con cui pensa che lo trovino (ovviamente prima di fare questo occorre un analisi per non rischiare di investire su keywords che non portino risultati). Quindi ad esempio inserirà:

Hotel Firenze

Hotel Firenze centro

Offerte Hotel Firenze

…….

Poi deciderà quanto investire in pubblicità. Questa operazione comporta un po’ di studio e nel tempo, la somma può essere ottimizzata fino a raggiungere un equilibrio tra costi e ricavi a vantaggio dell’inserzionista. Facciamo conto che Mario decida di investire 10 euro al giorno.

Infine si deve decidere quanto pagare per ogni click ricevuto sui propri annunci per ogni parola chiave scelta. Questa cifra si può definire attraverso i propri calcoli o affidarsi allo strumento di google che ottimizza il costo per click in base al budget giornaliero.

Capite bene che alla fine, essendo molti gli inserzionisti, diventa un’asta vera e propria in cui chi offre di più appare sopra agli altri.

Non staremo oggi a spiegare il funzionamento di questo sistema e i numerosi sistemi per ottimizzare la spesa e ricavare il massimo dal proprio budget  ma voglio illustrarvi un buon metodo per ottimizzare e rendere efficaci i vostri annunci Adwords: Lo Split Testing .

SPLIT TESTING ADWORDS

split test adwords

Ogni annuncio che componiamo, una volta lanciato in rete può produrre più o meno click e più o meno conversioni (per conversioni intendo tramutare la visita al nostro sito in un azione che porti vantaggio alla nostra attività. Nel caso del Signor Mario una prenotazione presso il suo Hotel a Firenze).

Se l’annuncio è ben fatto, incuriosisce e porta la persona che lo legge a cliccarvi sopra e ad entrare sul vostro sito.

Se poi la persona, una volta sul sito, trova anche una pagina che tratti l’argomento che cercava durante la sua ricerca, questo annuncio avrà la forte possibilità di tramutare il click in conversione. Discorso inverso per gli annunci poco attraenti o che rimandino a pagine che nulla c’entrino con l’argomento dell’annuncio.  

Preparare più di un annuncio

Di solito si preparano più di un annuncio per una stessa categoria di parole chiave. Facciamo conto che il Signor Mario ne prepari 2 per la parola chiave Hotel Firenze.

Cosa succede a questo punto? Succede che attraverso il pannello Adwords, già dopo 7-10 giorni possiamo andare a vedere se gli annunci hanno generato dei click e andare a vedere anche  la percentuale “CTR ovvero la percentuale di click fatti su ogni annuncio calcolata in base al numero di volte che l’annuncio è apparso  agli utenti (su adwords sarà chiamata “quota impressioni”). Più questa percentuale è alta, più è efficace l’annuncio.

Confrontando i 2 annunci, il signor Mario vedrà che un annuncio ha un CTR maggiore dell’altro che tradotto in soldoni vuol dire che un annuncio ha suscitato più interesse dell’altro ed ha portato più utenti ad entrare sul sito.

SPLIT SPLIT SPLIT

Dopo una trentina di giorni dalla pubblicazione degli annunci, il Signor Mario inizierà ad utilizzare il metodo SPLIT TEST.

In cosa consiste? Si deve prendere l’annuncio con il peggior rendimento (CTR più basso) e metterlo da parte (in realtà andrebbe creato un nuovo gruppo di annunci e spostato li ma vedremo questa tecnica in futuro). Poi creerà un nuovo annuncio che avrà l’obiettivo di “battere” l’annuncio vincitore dello split test. Magari il Signor Mario proverà con un annuncio spiritoso o più professionale oppure con un annuncio che esalti la vicinanza del suo Hotel alla Galleria degli Uffizi.

Per altri 30 giorni l’annuncio vincitore ed il nuovo si sfideranno, finché dallo split test ne uscirà trionfante uno solo. E ancora si scarterà il perdente, si creerà un nuovo annuncio e si ricomincierà il test per altri 30 giorni.

Fino a quando? Fino al momento in cui si troveranno 2 annunci che hanno un CTR simile ( e che naturalmente creino conversioni).

E adesso cosa si fa? Ci fermiamo??? Certo che no. E’ ora di inserire un terzo annuncio e ricominciare tutto da capo, fino a trovare 3 annunci con un CTR simile! E così via fino ad avere 5 – 6 annunci efficaci per ogni gruppo di parole chiave. Fichissimo vero?

Annunci Efficaci e Pagine Coerenti

Lo Split Test serve a trovare annunci efficaci che incuriosiscano le persone e che facciano intendere che, cliccandovi sopra, troveranno la giusta soddisfazione alla loro esigenza.

Ma fate anche in modo che il testo dell’annuncio sia coerente con il contenuto della pagina di destinazione del vostro sito altrimenti otterrete solo di spendere tempo e soldi per tanti click e poche converisoni.

Ti è piaciuto l’articolo? Mi farebbe piacere se tu lo condividessi!!!

 

About the author

Flavio

Mi trovo nel campo del web dal 2006. Nel tempo mi sono specializzato soprattutto nell'indicizzazione,  nel posizionamento di siti internet e nell'utilizzo dei social media principali a fini di marketing.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*